ROMA – Il Codacons torna nuovamente ad attaccare il colosso Facebook, accusato di totale mancanza di vigilanza in merito ad alcuni illeciti commessi attraverso il social network.

“Dopo i gruppi nati per fomentare la violenza contro donne, bambini, e gay, e quelli destinati al turpiloquio e alle bestemmie, l’ultima moda nata su Fb riguarda ristoranti, alberghi ed esercizi commerciali – spiega il Codacons – Si tratta di gruppi di persone che si uniscono sul social network allo scopo di lasciare recensioni negative di massa, ovviamente false, sulle pagine Fb di locali e ristoranti, con l’unico fine di arrecare danno e rovinare la reputazione di un esercizio, spesso scelto in modo del tutto casuale”.

“Una pratica illegale oltre che abietta e miserevole che danneggia da un lato il ristorante o l’hotel colpito dalle false recensioni dei gruppi Fb, dall’altro gli utenti, che non possono usufruire di pareri oggettivi nella valutazione di un locale” afferma il Codacons.

Per tale motivo il Codacons sta raccogliendo tutto il materiale relativo a questi gruppi sorti sul social network, sui loro amministratori e membri, allo scopo di presentare una denuncia alle Procure e alla Polizia Postale, denuncia che coinvolgerà anche la società statunitense Facebook, accusata di totale mancanza di vigilanza e controllo sui reati perpetrati attraverso il social network.

“Non solo. L’associazione si mette a disposizione di ristoratori, albergatori e commercianti per valutare una possibile class action contro Facebook in relazione alle false recensioni da parte di gruppi organizzati” spiegano dal Codacons.

(Letto 173 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 173 volte, 1 oggi)