SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mancano meno di due giorni alla partita fra Samb e Gubbio, in programma al “Riviera” domenica alle 14 e 30, una gara contro un avversario capace di buoni exploit in trasferta in questa stagione e temibile soprattutto sugli esterni. La Samb però è chiamata a una prova senza appello con l’imperativo di vincere per invertire una tendenza che vede i rossoblu a digiuno di vittorie dalla lontana partita di Lumezzane.

E la sorte, nonostante quella con gli umbri sia una partita da non fallire, sembra non essere dalla parte della squadra di casa che a centrocampo si ritrova ad avere una coperta molto corta. Oltre allo squalificato Lulli infatti, oggi Sanderra ha dovuto fare a meno di Sabatino, che non si è allenato per motivi personali, sembra un importante problema in famiglia. Con il solo Damonte disponibile fra i centrocampisti il tecnico romano ha provato dunque con insistenza anche il giovane Andrea Vallocchia. Se infatti la presenza di Sabatino non pare in discussione domenica (a meno di clamorosi sviluppi) lì in mezzo i veri “specialisti” del reparto, in attesa di rinforzi dal mercato, sono solo due ed è quindi probabile che si viri sul 4-4-2 con Vallocchia e Mancuso esterni e Di Massimo seconda o magari l’abruzzese largo e Mancuso suggeritore. Altra ipotesi è restare sul solco del 4-3-3 inserendo una mezz’ala più leggera, per così dire, come Kevin Candellori (o magari lo stesso Vallocchia).

Davanti invece Agodirin è quello che ha più chances di strappare una maglia da titolare anche perché Sorrentino si è allenato a parte per diversi giorni. Nel frattempo già nella serata di venerdì i tagliandi staccati per i tifosi umbri sono 93.

Ecco dunque una delle possibili formazioni della Samb contro il Gubbio:

Aridità

Rapisarda Mori Radi Grillo

Mancuso Damonte Sabatino Vallocchia

Di Massimo Agodirin

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.328 volte, 1 oggi)