SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Commissione Lavori Pubblici del 25 gennaio diventa il palcoscenico per conoscere le intenzioni dell’amministrazione per quanto riguarda via Ugo Bassi. La storica via è stata oggetto, nelle settimane passate, di una raccolta firme sottoscritta da 83 residenti (CLICCA QUI) che chiedono, oltre ad alcuni lavori sui marciapiedi, la ripiantumazione degli aceri (14 in totale) tagliati nella primavera del 2015 e reinnestati solo sul lato Ovest.

Inserito come terzo punto all’ordine del giorno dell’organo consultivo, assieme ad alcune questioni tecniche riguardanti il caso Multi Servizi (con i passaggio “in house” alla partecipata di due servizi comunali) e la costituzione della Centrale Unica di Committenza, il discorso relativo a via Ugo Bassi ha visto la presa di posizione del Sindaco Pasqualino Piunti, intervenuto nella discussione fra i consiglieri.

Via Ugo Bassi, per gli aceri Piunti vuole “valutare”

Il Sindaco, che annuncia la volontà di riaprire permanentemente il tratto al transito automobilistico nei week end, dopo l’esperimento natalizio, fa capire che la questione ripiantumazione, per i sette aceri che mancano al conto sul lato “mare”, la questione non è poi così scontata. “Da quello che sappiamo quegli alberi davano fastidio ad alcuni residenti del lato Est perché i rami arrivavano alle finestre” chiosa il primo cittadino ” ci sono da fare delle valutazioni perché l’altro lato ha delle conformazioni diverse dei marciapiedi e quasi solo case singole con giardini indipendenti ai cui residenti gli alberi non danno fastidio, dobbiamo valutare” chiude l’argomento Piunti.

Due opzioni in piedi per la pista ciclopedonale

In ogni caso la parte Est della via dovrebbe essere comunque “salva” dall’ipotesi pista ciclabile, pensata e poi abbandonata dall’Amministrazione Gaspari qualche anno fa. Il Sindaco, che annuncia l’affidamento, per 112 mila euro alla ditta “Schiavi”, dei lavori per la ciclopedonale dell’Albula fino all’intersezione con Viale De Gasperi, fa capire che tra le ipotesi per dare sbocco al mare al tratto ciclopedonale, l’opzione via Bassi resta la meno percorribile. “Il percorso della pista in via Ugo Bassi è il meno probabile” annuncia Piunti. A questo punto le opzioni che rimangono più percorribili sono il transito del tratto in via Curzi, “col problema delle intersezioni di via Crispi e via Papa Giovanni XXIII” commenta il Sindaco oppure facendo passare la ciclabile al lato dell’argine Nord del torrente Albula, sulla striscia di terreno che arriva ad affiancare la Palazzina Azzurra.

 

 

(Letto 378 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 378 volte, 1 oggi)