SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Com’è ormai tradizione da diversi anni, il Comune di San Benedetto celebrerà venerdì 27 gennaio il Giorno della Memoria come prevede la legge n. 211 del 20 luglio 2000 “in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti”.

La cerimonia è in programma in sala consiliare a partire dalle 10,30 ed è ovviamente aperta a tutta la cittadinanza. Parteciperanno tre classi di terza media in rappresentanza dei tre ISC cittadini.

I relatori saranno due: il prof. Ernesto Travaglini, storico e docente di scuola secondaria di I grado, delineerà il contesto storico nel quale prese forza la Shoah. La sociologa e docente Arianna Canala invece interverrà su “La maschera del male: storia del pensiero sociologico dell’olocausto”. Coordinerà i lavori la presidente della Commissione consiliare cultura Rosaria Falco.

“Per celebrare la Giornata della Memoria 2017- spiegano il sindaco Pasqualino Piunti e l’assessore alla cultura Annalisa Ruggieri – abbiamo scelto di far spiegare da un professore ai ragazzi in modo semplice che cosa fu la Shoah e in quale contesto prese vita e dispiegò la propria forza distruttrice.  Ma poiché è essenziale capire quali riflessi abbia avuto sulla condizione umana il tentativo di negare l’essenza stessa dell’umanità – continuano Piunti e Ruggieri – abbiamo chiesto il contributo di una sociologa. Vorremmo infatti far capire ai più giovani quanto sia stato devastante il senso di impotenza, di umiliazione, di costrizione senza un domani che attanagliava le persone rinchiuse nei campi di concentramento”.

(Letto 283 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 283 volte, 1 oggi)