TERAMO – Continua l’emergenza neve e maltempo nel Teramano (CLICCA QUI) con disagi registrati in vari fronti nel territorio.

Una situazione complicata che non si sbloccherà a breve. L’effetto del maltempo si ripercuote anche sulle aziende e risorse della Provincia di Teramo. Anche in ottica futura come ammesso dallo stesso presidente, Renzo Di Sabatino

“Sarebbe da irresponsabili parlare di emergenza finita – dichiara il presidente Renzo Di Sabatino – ci sono ancora seimila utenze senza luce, luoghi dove non hanno la corrente elettrica ormai da nove giorni, dai racconti dei soccorritori sappiamo che ci sono case lesionate dal sisma e non ne conosciamo l’entità, perché fino ad ora, questo esame, non è stato possibile. Aziende agricole e allevamenti distrutti, allerta valanghe e le colline stanno franando sulle strade. Ma già oggi, ancora in emergenza, dobbiamo ragionare  sul dopo, su qual è il nostro progetto come comunità e come istituzioni perché è chiaro che nulla sarà più lo stesso: voglio dirlo chiaro io penso che dobbiamo ripensare i progetti delle grandi opere, anche quelle del Masterplan come la Teramo –Mare o la funivia per l’Università, concentrare le risorse sulla messa in sicurezza del territorio,  la manutenzione del paesaggio e gli investimenti sulla rete stradale. Così facciamo ripartire un’economia in ginocchio ma, soprattutto, restituiamo una speranza alla conservazione dei luoghi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 166 volte, 1 oggi)