VALLE CASTELLANA – Aggregati dall’avvio dell’emergenza, sono 12 gli Sciatori della Polizia di Stato specializzati per il soccorso pubblico sulla neve, provenienti dalla Scuola di Moena (TN) in servizio in questa provincia.

Hanno operato, e dalle prime ore di stamani stanno ancora operando nel comune di Valle Castellana: ieri con l’utilizzo del “gatto delle nevi” della Polizia di Stato sono riusciti ad aprire varchi, tra gli altri, all’abitato della frazione San Vito raggiungendo un pastore, cardiopatico, che non dava più notizie della sua posizione e che è stato trovato nella propria stalla a Corano di Valle Castellana, dove cercava di alimentare i propri animali.

Fatto salire sul mezzo di soccorso della Polizia, è stato trasferito nell’abitazione di alcuni parenti per le necessarie cure mediche.

Non è mancata, inoltre, l’attività per liberare varie strade ed accessi ad abitazioni isolate, praticamente sommerse dalla neve: due anziani coniugi che da giorni non vedevano nessuno si sono buttati al collo dei poliziotti appena questi sono riusciti ad arrivare alla porta di ingresso e la signora, abbracciandoli, si è sciolta in un pianto liberatorio.

Con la fresa a disposizione del Reparto di Sciatori sono stati aperti varchi ed è stato concorso allo stesso sgombero della neve dinanzi alla locale Caserma dei Carabinieri.
Anche oggi gran lavoro nel comune di Valle Castellana dove gli Agenti Sciatori opereranno nelle frazioni di S. Giacomo, Olmeto e Vignatico.

Con il coordinamento del Centro Coordinamento Soccorsi di Teramo continuano ad operare, oltre ai poliziotti di Questura, Commissariato di P.S. di Atri, Polizia Stradale, anche le unità del Reparto Volo di Pescara, del Reparto Mobile di Senigallia ed autopattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Abruzzo” di Pescara.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 416 volte, 1 oggi)