BOLZANO – Dal 13 al 15 gennaio si è svolto a Bolzano una manifestazione molto importante per gli amanti del gioco delle freccette.

Le finali nazionali del Torneo Soft Dart. Oltre 2700 atleti sono giunti da tutta Italia per sfidarsi all’insegna della lealtà e dell’amicizia.

Le numerose sfide che si sono vissute in tre giorni erano condite da intrattenimento ed enogastronomia locale, molto apprezzata dai partecipanti.

Da Bolzano un team sambenedettese ha sfiorato l’impresa. Stiamo parlando del B-Cubo Bet (team del bar B-Cubo di San Benedetto) che ha ottenuto il titolo di vice campione d’Italia 2016/17 nella categoria Mixed.

Gli atleti della Riviera si sono arresi soltanto in finale (peraltro molto combattuta) contro il team abruzzese di Roseto “Ke Dio Ti Fulmini”.

Le finali si erano suddivise in tre giorni: venerdì con dei gironi da quattro dove a qualificarsi erano le prime due. Poi sabato e domenica si sono verificati scontri a eliminazione diretta.

Un’impresa sfiorata dal B-Cubo Bet. I sambenedettesi, a giugno 2016, avevano trionfato nel campionato regionale Fidart. CLICCA QUI

All’amarezza iniziale è subentrata poco dopo la gioia di aver comunque ottenuto un risultato molto prestigioso.

La squadra vice campione d’Italia è composta dal capitano Maycol Massi, Nicodemo Fares, Francesco Antognozzi, Simona Lori, Azizi “Milo” Azmir e Cristiana Pilota. A Bolzano, per sostenere gli atleti, erano presenti numerosi membri del mondo B-Cubo Bet, amici e parenti.

Il capitano Maycol Massi ha rilasciato a Riviera Oggi alcuni pensieri a proposito del grande traguardo raggiunto: “Siamo molto soddisfatti nonostante il secondo posto. Voglio ringraziare i membri della mia squadra ma anche tutti gli atleti che ruotano nel team B-Cubo Bet che mettono impegno e passione negli allenamenti e nelle gare. Tutto ciò all’insegna di una grande e bella amicizia. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno supportato e gli sponsor Caffè La Fornace e Thermosidro di Spaccasassi Simone”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 631 volte, 1 oggi)