26 GENNAIO ORE 7.15  A distanza di una settimana tutte le vittime sono state recuperate, 29 corpi: gli ultimi due in tarda serata del 25 gennaio

ORE 23.30 I Vigili del Fuoco hanno recuperato all’interno dell’Hotel Rigopiano due corpi senza vita, non ancora identificati, uno di sesso maschile e uno di sesso femminile. E’ quindi di 27 il numero delle vittime recuperate e di 2 il numero dei dispersi. Lo rende noto un comunicato

ORE 17.40  Vigili del fuoco hanno recuperato all’interno dell’hotel Rigopiano un corpo senza vita, non ancora identificato, di sesso femminile. Sale così a 25 il numero delle vittime recuperate, mentre sono 4 i dispersi

ORE 11.45 Recuperato un altro corpo senza vita dai soccorritori: bilancio vittime sale a 24, ancora 5 i dispersi

ORE 10.25 Altri due corpi sono stati estratti dalle macerie dell’hotel Rigopiano. Si tratta dei corpi di un uomo e una donna. Il bilancio ufficiale delle vittime sale così a 23, mentre sono ancora 6 i dispersi

25 GENNAIO ORE 9.40  I Vigili del fuoco hanno recuperato nella notte all’interno della struttura dell’Hotel Rigopiano tre corpi senza vita, non ancora identificati, due di sesso femminile e uno di sesso maschile. Sale così a 21 il numero delle vittime (tra cui la coppia di Castignano) e scende ad 8 il numero dei dispersi

ORE 23 L’Ansa dà notizia che dalle macerie dell’hotel Rigopiano è stata estratta la diciottesima vittima, un uomo ancora non identificato; 11 ancora i dispersi.

ORE 18.35 Continua purtroppo senza sosta la conta delle vittime dell’hotel Rigopiano: i Vigili del Fuoco hanno estratto dalle macerie il corpo di una donna: si tratta della sedicesima vittima del disastro. Con l’ultimo recupero, scende a 13 il numero dei dispersi

ORE 15 E’ stata estratta un’altra vittima in questi minuti, ora il conto dei dispersi è di 14.

ORE 12.25 Le vittime al momento estratte sono invece 14: 8 uomini e 6 donne. Di queste ne sono state identificate 6: Sebastiano di Carlo e la moglie Nadia Acconciamessa, il maitre dell’hotel Alessandro Giancaterino, il cameriere Gabriele D’Angelo, l’estetista Linda Salzetta e Barbara Nobilio. Restano da identificare 8 vittime, 5 uomini e 3 donne. Sono invece ancora 15 i dispersi

ORE 11 I Vigili del Fuoco hanno recuperato i corpi di altre due donne all’interno dell’hotel Rigopiano. Il bilancio ufficiale delle vittime sale a 14, mentre il numero dei dispersi scende a 15

ORE 9.40 Altri tre corpi sono stati recuperati dai Vigili del fuoco dall’interno dell’hotel Rigopiano, travolto nei giorni scorsi da una valanga: si tratta di tre uomini, che ancora devono essere identificati. Con quest’ultimo ritrovamento, sale a 12 il bilancio delle vittime accertate, mentre quello delle persone disperse nel disastro scende a 17

24 GENNAIO ORE 8 Continuano senza sosta le ricerche di superstiti tra le macerie dell’hotel Rigopiano a Farindola che ieri in tarda serata ha restituito 4 cadaveri: uno é della vittima individuata ieri, due sono un uomo e una donna ancora da identificare e l’ultimo é quello di Linda Salzetta, l’estetista del Rigopiano e sorella di Fabio, il tuttofare dell’hotel. Ormai i morti sono nove. E i dispersi sono ancora 20

ORE 17.50 Sale a sette il bilancio ufficiale della valanga che si è abbattuta sull’hotel Rigopiano: i vigili del fuoco hanno individuato ed estratto poco fa dalle macerie il corpo di una donna. Il cadavere era in uno stanzino vicino alla zona della cucina e del bar. Si sta invece ancora lavorando per liberare il corpo della sesta vittima, individuata nella giornata di ieri

ORE 17.15 Sono stati ritrovati vivi i tre cuccioli di pastore abruzzese, figli di Nuvola e Lupo, i cani dei proprietari dell’albergo Rigopiano. I carabinieri forestali li hanno scovati in buono stato tra le macerie dell’hotel. I genitori si erano salvati dal crollo ed erano scesi più a valle nei giorni scorsi. I cuccioli, nati il 4 dicembre scorso, si erano rifugiati nel locale caldaia della struttura crollata a causa della slavina. I soccorritori hanno dovuto abbattere un muro per salvarli. Sono in buone condizioni e saranno presto visitati dal veterinario

23 GENNAIO ORE 17.15 “L’inchiesta è alle battute iniziali, non ci sono al momento scenari diversi da quelli che tutti possono immaginare”. Lo ha detto il procuratore aggiunto di Pescara, Cristina Tedeschini, sottolineando che tra i filoni di indagine vi sono quelli “relativi a circostanze e decisioni sull’apertura e lo stato di esercizio dell’hotel e sulla viabilità di accesso a quell’esercizio”. L’indagine sul disastro riguarderà anche “il tema delle comunicazioni telefoniche, via whatsapp e scritte” da e verso l’albergo. “Ci sono state interferenze nelle comunicazioni – ha detto il pm – inefficacia nei flussi comunicativi, ma al momento non tutto appare rilevante ai fini dell’indagine, anche se può essere giudicato male dai cittadini”. Anche “la vicenda della mail inviata dall’hotel Rigopiano è acquisita alle indagini”. “Sono inoltre da valutare gli effetti di eventuali ritardi” nell’avvio dei soccorsi verso l’hotel di Rigopiano. “Gli effetti causali – ha aggiunto il pm – sono tutti da dimostrare”

ORE 20.10 Sale a 24 il numero di dispersi: si aggiunge alla lista un dipendente dell’Hotel Rigopiano, originario del Senegal.

ORE 19.30 I Vigili del Fuoco hanno individuato il corpo di una vittima all’interno dell’Hotel Rigopiano. Si tratta di un uomo ed è la sesta vittima ufficiale, finora, della slavina che ha investito l’albergo il 18 gennaio.

ORE 12.20 Sono state riconosciute altre due vittime della tragedia dell’hotel Rigopiano. Si tratta di Sebastiano Di Carlo, 49 anni, di Loreto Aprutino (Pescara), e di Barbara Nobilio, di 51 anni, anche lei di Loreto Apritino.

22 GENNAIO ORE 12.15 AGGIORNAMENTI DELLA PROTEZIONE CIVILE Ieri, nella Dicomac-Direzione di comando e controllo, si è svolto un vertice operativo tra il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, il Commissario straordinario per la ricostruzione e i Presidenti delle Regioni Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria. “Dal punto di vista operativo stiamo certamente migliorando la situazione”, ha detto Curcio nel corso di un successivo incontro con la stampa. L’impegno delle componenti e delle strutture operative del sistema di protezione civile continua senza sosta “con oltre 8300 unità e più di 3mila mezzi”, ha specificato il Capo Dipartimento. “Si lavora in condizioni estreme”, ha sottolineato Curcio, per evacuare quanti si trovano in situazioni a rischio, per rifornire di viveri e medicinali le persone in difficoltà, per liberare la viabilità principale e secondaria in modo da consentire l’accesso alle frazioni, per ripristinare le utenze ancora disalimentate. Tra ieri e oggi, ha aggiunto il Capo Dipartimento, scatteranno inoltre “tutta una serie di attività di verifica per determinare la stabilità dei versanti nevosi: ci attendono giornate speriamo meno drammatiche ma altrettanto difficili”. Per quanto riguarda le attività di ricerca e soccorso, la situazione del complesso scenario operativo dell’hotel Rigopiano conta 9 estratti vivi, cui si aggiungono le 2 persone recuperate giovedì all’esterno della struttura, e 5 vittime accertate. A questi deceduti purtroppo si aggiungono altre 5 vittime, tutte in Abruzzo, trovate nei comuni di Crognoleto, Campotosto, Castel Castagna e Rocca Santa Maria. A partire dalla mattinata di oggi sono stati effettuati recuperi ed evacuazioni – sia via terra, sia con mezzi aerei – a Pozza di Acquasanta (AP), a Prati di Tivo (TE) e a Crognaleto (TE). Gli interventi sono ancora in corso a Valle Castellana (TE), a San Gregorio di Acquasanta (AP) e a Pretoro (CH). In quest’ultima località, in particolare, si sta evacuando una struttura alberghiera che ospita circa 150 ragazzi. Sempre ieri è partita la colonna mobile della Regione Campania che andrà ad affiancarsi alle colonne mobili delle due Province autonome e delle nove Regioni già dispiegate sul territorio. Sul fronte del ripristino dell’energia elettrica, le utenze disalimentate sono attualmente scese a 27mila in Abruzzo e a meno di 600 nelle Marche

ORE 14 AGGIORNAMENTI DALLA PREFETTURA DI PESCARA: Il bilancio della valanga che ha colpito l’hotel Rigopiano è per ora di nove persone salvate, 5 vittime recuperate e 23 dispersi. Lo comunica la prefettura di Pescara. I dispersi sono persone risultanti sulla lista ufficiale degli ospiti della struttura e da altre segnalazioni ricevute; si tratta comunque, precisa la prefettura, di una lista la cui composizione è soggetta a continue verifiche.

ORE 12.30 AGGIORNAMENTI DALL’ANSA:  Il cadavere di un uomo è stato recuperato dai soccorritori sotto le macerie dell’albergo di Rigopiano: si tratta del terzo corpo senza vita estratto tra la notte e stamani: il bilancio ufficiale delle vittime sale dunque a cinque

ORE 11.15 Slavina su Hotel Rigopiano, Vigili del Fuoco: “Forse altri segnali da sotto la neve, stiamo accertando se siano segnali di vita o rumori struttura”

ORE 10.50 AGGIORNAMENTI DALLA PROTEZIONE CIVILE E’ proseguito nella notte, con particolare attenzione alle misure per garantire la sicurezza degli operatori in un contesto tecnico particolarmente complesso, l’impegno nelle operazioni di ricerca e soccorso all’hotel Rigopiano nel comune di Farindola, in provincia di Pescara.  Gli sforzi delle squadre hanno consentito di portare in salvo quattro persone che si aggiungono alle cinque, tra cui quattro bambini, recuperati nella giornata di ieri. A queste si aggiungono le due persone, soccorse giovedì, che si trovavano all’esterno della struttura alberghiera. È salito, invece, a quattro, con i due recuperi di questa notte, il bilancio delle vittime dell’hotel Rigopiano. Oltre a questi deceduti, purtroppo, nella giornata di ieri era salito a cinque il numero delle vittime, tutte in Abruzzo, trovate nei comuni di Crognoleto, Campotosto – nella frazione di Ortolano – Castel Castagna e Rocca Santa Maria causate dagli eventi di questi giorni. Nella giornata di oggi proseguiranno sia le operazioni di ricerca e soccorso presso l’hotel sia le attività di assistenza ai cittadini che si trovano nelle frazioni ancora non raggiungibili facilmente via terra.

21 GENNAIO, ORE 8.30 Sono proseguiti per tutta la notte i soccorsi all’Hotel Rigopiano. E proseguono tuttora. Altre quattro persone tratte in salvo. Quattro i bambini estratti vivi. Trovati senza vita corpi di due donne

ORE 21:00 Il presidente della provincia di Ascoli Piceno Paolo D’Erasmo ha contattato i sindaci delle città costiere, che non hanno manifestato problemi dovuti alla neve, per prestare soccorso ai paesi dell’interno. Intervenuti con mezzi e personale i comuni di Massignano e Grottammare

ORE 18:30 Tweet dei Vigili del Fuoco

ORE 17:40 L’Ansa riferisce di 6 persone tratte in salvo, una settima raggiunta e contatti con altre tre persone, una donna e due bambini.

Hotel Rigopiano, “Dieci sopravvissuti. Ci sono altri segnali”. VIDEO/TWEET

ORE 17:20 Dieci persone sopravvissute di cui cinque bambini ma il conto potrebbe aumentare, i soccorritori parlano di altre persone individuate.

ORE 16.40 Secondo Rai News 24 i soccorritori sono entrati in contatto con una donne e altri due bambini

ORE 16.05 Rai News 24: “I Vigili del Fuoco hanno individuato e raggiunto una settima persona”

ORE 15.50 Il sindaco di Osimo, all’Ansa, riferisce che la famiglia di Osimo è tra i superstiti. Marito, moglie e figlio di 7 anni, il sindaco cita fonti “dei familiari e delle forze di polizia”.

ORE 15:20 Fonti ufficiali dei Vigili del Fuoco confermano: Oltre le sei persone individuate vi sono altre persone vive sotto il cumulo di neve e macerie.

ORE 14:10 Luca Cari, Vigili del Fuoco, sul luogo dell’Hotel Rigopiano contattato da Rainews 24 spiega in diretta che al momento sono sei le persone ritrovate in vita al momento: “Oltre alle due persone estratte individuate altre quattro persone con le quali siamo in contatto vocale, un lavoro complicato, all’interno della struttura crollata”.

La redazione di Rainews: “Cercheremo nel corso dei prossimi minuti di darvi più certezza sulla base delle diverse fonti che circolano in questo momento”.

 

ORE 12:55 CONFERENZA STAMPA TITTI POSTIGLIONE DA PENNE, PROTEZIONE CIVILE Risultati confortanti siamo molto contenti di questo, è in corso della fase di recupero delle altre persone recuperate che saranno assistite adeguatamente. Il lavoro continua alla ricerca delle altre persone e anche per capire meglio le dinamiche dell’accaduto, continueranno a lavorare i tecnici per accelerare questa attività. Sono coinvolte 135 persone in questo scenario operativo molto complesso, sono al lavoro anche gli esperti di valanghe del nostro paese per capire quanto quella sia una situazione di rischio per gli operatori che non si stanno risparmiando. Purtropp0 nella mattinata di oggi abbiamo anche ritrovato due dispersi, uno nella frazione di Ortolano di Campotosto dopo una slavina, la seconda vittima è uno dei due dispersi di Crugnaleto. Il corpo è in fase di recupero, le vittime in totale sono cinque.

Al momento operano 18 elicotteri tra Marche e Abruzzo, completata evacuazione a Santo Stefano e Crugnaleto in provincia di Teramo. Altri interventi riguarda il portare viveri o trasportare tecnici. Nelle Marche stiamo lavorando

ORE 12:50 Otto persone ritrovate tra cui due bambini.

AGGIORNAMENTO ORE 12:30 Cinque persone estratte vive, tra i sopravvissuti Rainews parla di tre uomini, due donne e una bimba.

RIGOPIANO – Flash lanciato da Ansa e Rai News 24 nella mattinata del 20 gennaio. Sarebbero state ritrovate vive sei persone dall’Hotel Rigopiano dai Vigili del Fuoco.

Fra i dispersi c’è anche la coppia di Castignano.

Secondo il flash lanciato, sei persone vive sono state contattate alle 11 del 20 gennaio. Sono ancora intrappolate. Sono state individuate sotto un solaio secondo Rai News 24.

I pompieri stanno parlando con le sei persone trovate vive. Sono partiti nel frattempo elicotteri con medici in direzione dell’Hotel.

(Letto 7.276 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 7.276 volte, 1 oggi)