TERAMO – Una cinquantina di abitanti di un Comune e di una frazione del teramano, impauriti dopo il terremoto e infreddoliti per la mancanza di energia elettrica con cui far funzionare gli impianti di riscaldamento, hanno chiesto aiuto ai Carabinieri e sono ospiti da ieri di due caserme dei militari.

Le persone provengono dal Comune di Valle Castellana e dalla frazione Nerito del Comune di Crognaleto, che si trovano tra i Monti della Laga e contano in tutto meno di duemila abitanti.

Alle avverse condizioni meteorologiche che in questi giorni hanno interessato la provincia con abbondanti precipitazioni nevose e che hanno comportato l’isolamento dei Comuni e l’interruzione di energia elettrica, si sono aggiunte le forti scosse di terremoto avvertite nella mattinata di ieri.

Alcuni abitanti dei due centri hanno quindi chiesto aiuto ai Carabinieri, che hanno aperto le porte delle caserme per accogliere i cittadini infreddoliti, dar loro ospitalità e un pasto caldo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 352 volte, 1 oggi)