Leggi qui intervista audio di Giuseppe Buscemi alla residente di Valle Castellana Tiziana Piccioni

VALLE CASTELLANA – Nel comune montano di Valle Castellana in provincia di Teramo la situazione è drammatica. Sono tutt’ora in corso abbondanti nevicate, l’accumulo ha raggiunto i 3 metri di altezza sommergendo le abitazioni fino al primo piano. Le persone sono disperate, non riescono ad uscire di casa, tutto il territorio è completamente isolato, tutte le strade sono impercorribili a causa del grande accumulo nevoso e di valanghe che hanno ricoperto intere carreggiate.

Da Ascoli Piceno la strada si interrompe a Castel Trosino, si hanno notizie di persone disperate che dalla frazione Cesano, armati di pale, hanno aperto un varco tra la neve e raggiunto la vicina città a piedi. La popolazione manda messaggi di aiuto attraverso gli ultimi mezzi di comunicazione rimasti attivi in quanto manca l’energia elettrica da diverso tempo e l’unico distributore di benzina presente sul territorio ha esaurito le scorte di carburante per cui i pochi gruppi elettrogeni disponibili non possono più essere alimentati lasciando al gelo la popolazione. Anche le linee telefoniche sono completamente isolate. I cittadini del capoluogo sono stati portati presso la caserma dei carabinieri per trovare riparo mentre purtroppo non si hanno notizie da tutte le frazioni che rischiano di essere isolate per settimane.

Ci sono avvistamenti di animali selvatici in difficoltà come lupi, cervi, cinghiali. Anche l’esercito si è messo in marcia per raggiungere Valle Castellana attraverso una colonna di mezzi e una turbina, per portare soccorso ai cittadini. Gli anziani del posto affermano che a memoria d’uomo non si è mai ricordata tutta questa neve e in più è tornato a farsi sentire anche il terremoto dal vicino Campotosto, spaventando ulteriormente la popolazione impossibilitata ad uscire di casa in quanto la neve ha ricoperto completamente porte e finestre. Si registrano disagi anche per gli allevatori di bestiame i quali non riescono a raggiungere i propri animali nelle stalle lontane dalle abitazioni. E’ una corsa contro il tempo, c’è bisogno di aiuto da terra e possibilmente aereo per fornire cibo e medicinali alle persone in difficoltà.

Foto inviate da Domenico Marinelli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.735 volte, 1 oggi)