ROSETO DEGLI ABRUZZI – Ancora un colpo, questa volta però senza bottino, ai danni di una filiale Tercas.

Presa di mira, intorno alle 4 del 14 gennaio, quella di Scerne di Pineto nel Teramano, dove almeno quattro persone hanno assaltato il bancomat.

L’esplosivo usato per farlo saltare in aria ha distrutto parte dei locali della banca, con un boato che ha richiamato l’attenzione di un poliziotto fuori servizio. Il suo arrivo ha fatto fuggire la banda.

A quanto riportato da una nota dell’Ansa, ndagano gli agenti del commissariato di Atri e la squadra mobile di Teramo. L’auto utilizzata dai ladri per la fuga, trovata nella mattinata del 14 gennaio nella vicina Roseto degli Abruzzi ed era stata rubata nella serata del 14 gennaio.

Si tratta dell’ennesimo colpo in provincia di Teramo: cinque giorni fa l’ultimo episodio, il sesto in due mesi e mezzo.

Nella filiale di Campo a Mare, a Roseto, nella notte tra domenica e lunedì un’azione simile aveva provocato oltre 100mila euro di danni alla banca, a fronte di un bottino di cinquemila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 202 volte, 1 oggi)