MONTEFIORE DELL’ASO – Il 13 Gennaio alle ore 21 presso il Polo Museale San Francesco di Montefiore dell’Aso, alla presenza delle autorità locali e del parroco Don Vittorio Rossi, sarà presentato l’oggetto della XV° edizione dell’infiorata, dal titolo: “Bellezze, amicizie e bontà: fonte di misericordia”.

Relatore della serata Don Emilio Rocchi, professore di Teologia Dogmatica dell’istituto teologico marchigiano di Fermo; interverranno: il Sindaco Lucio Porrà e la Dirigente Scolastica Prof. Gaia Gentili che illustrerà il progetto scuola “Impariamo l’arte effimera dell’infiorata (impara l’arte e mettila da parte)” che si svolgerà da febbraio ad aprile presso l’istituto scolastico di Montefiore dell’Aso e coinvolgerà la scuola dell’infanzia, scuola primaria e secondaria.

L’idea di realizzare l’infiorata a Montefiore dell’Aso in occasione del Corpus Domini nasce nel 2002 nel monastero di San Liberato su proposta del Parroco di Santa Lucia Don Vittorio Rossi al “Gruppo Famiglie” in un’uscita spirituale e ricreativa.

“Fin dalle origini si è distinta per la lunghezza del percorso e per la ricerca di materiali naturali alternativi – dichiara il sindaco insieme all’intera amministrazione di Montefiore -. È realizzata, infatti, con foglie e petali di fiori tagliuzzati, essiccati e macinati, ma anche con essenze naturali colorate: sementi, trucioli, segature, sale ecc. Se utilizzassimo solo fiori, per ricoprire la grande estensione del percorso, occorrerebbero ingenti fondi, che riteniamo uno spreco, specialmente in momenti di difficoltà economiche. Ogni anno sperimentiamo, invece, nuove essenze per ottenere risultati migliori e per offrire uno spettacolo unico. Al nostro Signore, che passa sopra questi tappeti, offriamo la bellezza delle opere e dei colori, l’ingegno, il lavoro e i sacrifici di tanti volontari impegnati per mesi in questo avvenimento”.

L’edizione 2017 dell’infiorata, con la presenza di delegazioni nazionali ed estere, si terrà a Montefiore dell’Aso nei giorni 17 – 18 giugno. Tutta la notte si potranno ammirare centinaia di volontari, di tutte le età, intenti a realizzare a terra i tappeti colorati e culminerà alle 18.30 di domenica 18 giugno con la S. Messa e la solenne processione. Sarà possibile ammirare l’intero percorso (quasi due chilometri) ricoperto dai fantastici arazzi fino a quando non avrà inizio la solenne processione del Corpus Domini.

L’Associazione è fiera di informare che anche quest’anno sarà allestita la IIIa infiorata dei ragazzi. Durante le ore notturne sarà possibile ammirare i ragazzi mentre realizzano quadri sul selciato mettendo a frutto ciò che hanno appreso durante il progetto scolastico “Impariamo l’arte effimera dell’infiorata (impara l’arte e mettila da parte)”.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 533 volte, 1 oggi)