ANCONA – Il Movimento 5 Stelle ha presentato una mozione nel Consiglio regionale delle Marche per denunciare le criticità dell’iter avviato dalla Regione dopo le istanze di imprese di convalidare autorizzazioni uniche per impianti a biogas precedentemente oggetto di annullamento giudiziario.

A quanto riportato da una nota dell’Ansa, prima firmataria della mozione è la consigliera Romina Pergolesi, esponente del coordinamento Terre Nostre che si batte per il rispetto delle regole in tema di biogas e biomasse.

“Ciò che è stato dichiarato illegittimo da sentenze della Corte Costituzionale, del Consiglio di Stato e della Cassazione – è il timore del M5s – si vorrebbe riportare in vita con nuove autorizzazioni, in base al decreto 52/2015 del Governo Renzi che ha stabilito nuove linee guida per valutare l’impatto ambientale”.

“Non siamo contro le centrali a biogas – ha precisato Pergolesi – ma chiediamo che vengano rispettate le normative nazionali ed europee. La Regione deve mettere la parola fine a questa vicenda scandalosa, oggetto anche di un processo penale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 164 volte, 1 oggi)