FERMO – Continuano incessanti, da parte del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Fermo le attività di prevenzione e repressione dei reati nel quartiere Tre Archi di Fermo.

Il 2 gennaio, in occasione di attività finalizzate al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, agenti hanno segnalato alla Procura di Fermo  un 58enne originario della Sardegna perché ritenuto responsabile del reato di detenzione al fine di spaccio di cocaina. In particolare, poiché nel corso delle indagini era emerso che l’uomo (che annovera precedenti specifici) aveva riattivato una rete di spaccio di cocaina, nella prima mattina del 2 giugno è stata effettuata  una perquisizione presso l’abitazione dell’uomo.

Durante l’esecuzione dell’attività l’attenzione dei poliziotti è stata attirata da un barattolino di yogurt stranamente riempito con del riso. Il contenitore si è rivelato poi contenere  9 confezioni termosaldate contenenti della sostanza stupefacente che poi si accertava essere cocaina.

Gli agenti del Commissariato di Fermo hanno rinvenuto nella cornice del vano ascensore del piano, dove è situata l’abitazione dell’interessato, anche un bilancino di precisione con delle tracce di cocaina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 587 volte, 1 oggi)