MONTEFIORE DELL’ASO – Nel 1993 il World Wide Web divenne uno strumento di comunicazione dati accessibile e utilizzabile da tutti e nel 1996 Internet approdò a Montefiore dell’Aso, dove tre ragazzi (Oronzo Mauro, Paolo Piatti, Emanuele Lauri) uniscono il loro interesse verso l’innovazione e la tecnologia proiettando Montefiore dell’Aso nel web.  E’ un momento storico. A Montefiore non esisteva nessuna realtà internet se non le connessione dial-up fatte alle prime BBS/FTP italiani fatti dal quel gruppetto che amava chiamarsi Animagrafica.

Il primo evento pubblico di internet montefiorana avvenne il 7 gennaio del 1997 in contemporanea presso l’edicola Malizia di Roberta Di Pauli e presso il Bar Dorina di Fabrizio Lanciotti.  Il sito di quel primo lancio era una vetrina turistica nella quale avere informazioni circa i monumenti e le opere d’arte, una sezione era anche dedicata alla Gruppo Corale di Montefiore.

Nel corso degli anni il sito si è sempre più arricchito e modernizzato arrivando a germinare i siti di Croce Verde, De Carolis, Scuola Talamonti e Carlo Crivelli (in collaborazione con Ida Mattioli), AVIS, Polo Museale di San Francesco, Sito di Amministrazione. Dal 2015 è affidato alla società Metaping che ne cura gli aspetti di amministrazione e gestione secondo gli standard richiesti oggi alle Pubbliche Amministrazioni.

Oltre al gruppetto di Animagrafica, l’internet Montefiorana è stata possibile grazie ai sindaci Lucio Porrà e Achille Castelli per il supporto continuo, al Segretario Franco Cesetti per il contributo all’avvio operativo del sito (con il provider Sapienza di Fermo) insieme a Stefano Ciuti e a Giamaica Brilli per aver curato a lungo la rassegna stampa digitale.

Nel corso dei primi mesi del 2017, a memoria dei 20 anni di internet a Montefiore, presso le scuole locali il gruppo storico che ideò il sito web di Montefiore terrà di momenti divulgative per ricordare e stimolare verso l’innovazione tecnologica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 201 volte, 1 oggi)