SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Stefano Sanderra potrebbe sostituire Ottavio Palladini sulla panchina della Samb. Il contatto con l’ex allenatore del Latina c’è stato e lo conferma lo stesso Sanderra che al telefono aggiunge “vedremo nelle prossime ore se si concretizzerà tutto”.  “Mister Leggenda” così lo chiamano i tifosi laziali potrebbe dunque subentrare ad Ottavio Palladini, a suo modo una leggenda per i tifosi rossoblu. L’appellativo fu affibbiato al tecnico romano, classe 1967, dopo aver condotto il Latina alla sua prima storica promozione in Serie B, nel 2013, seppur da subentrato, a fine stagione, a Fabio Pecchia.

Quell’episodio è stato l’apice della sua carriera di allenatore, anche se già in precedenza aveva ottenuto buoni risultati. Successivamente Sanderra è approdato in piazze importanti come Salerno, in Lega Pro, dove però è stato esonerato dopo due pareggi, quindi sempre in Lega Pro a Catanzaro è subentrato a Francesco Moriero, raggiungendo la salvezza. Infine l’ultima esperienza, in Serie D con la Viterbese, dove ha allenato solo per 6 partite prima dell’esonero (9 punti).

Da allora Sanderra è in attesa di un incarico e nel tempo libero ha pubblicato il libro “La vera anima dell’allenatore”, uscito nel dicembre 2016.

Sanderra a San Benedetto potrebbe ritrovare anche un suo vecchio pupillo, quell’Emiliano Tortolano che è stato “suo” calciatore nelle annate 2011, 2012 e per lo spezzone della stagione 2012-2013. Il tecnico romano potrebbe aver colpito la dirigenza rossoblu per il suo lungo lavoro coi giovani e la nota attitudine, conosciuta dagli addetti ai lavori, a buttare nella mischia i baby assieme a elementi più d’esperienza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.972 volte, 1 oggi)