SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Preso atto delle dimissioni di Ottavio Palladini, il presidente della Samb Franco Fedeli ci ha dichiarato: “Ha lasciato la panchina di propria volontà. Io non avevo ancor deciso anche se i risultati nel calcio sono sempre determinanti e c’era bisogno di una svolta. Non so se l’avrei mandato via perché così non è stato. Posso soltanto dire che Palladini è una persona squisita come non se ne trovano nel mondo del calcio, un vero signore in tutti i sensi”

Ha provato a non accettare le dimissioni?
“No, perché mi sarei sentito un po’ ipocrita (detesto le persone che lo sono) dopo quanto è successo. Mi sono reso conto che non ha resistito alle pressioni tra le quali le mie in particolare. Adesso però non possiamo sbagliare”.

Non sarà facile trovare un allenatore così bravo oltre che profondo conoscitore dell’ambiente. Non teme ripercussioni da parte di un ambiente che vuole bene a Ottavio e lo apprezza per tutte le vittorie (tantissime) che ha fatto conquistare alla Samb? Indubbiamente grazie anche alla collaborazione della società da lei diretta negli ultimi diciotto mesi?
“Ho affidato l’incarico di trovare il suo successore a mio figlio Andrea e all’avvocato Gianni, le due maggiori cariche societarie. Valuterò i nomi che mi proporranno poi insieme decideremo. Sicuramente da questo momento è vietato sbagliare. Se io grido e sbraito per i colori rossoblu è perché mi sono ‘innamorato’ della Samb e di un ambiente così passionale per cui voglio sempre il meglio”.
Meritevole ma adesso abbasserà un po’ i toni?
“Difficile cambiarmi ma ritengo che ogni avvenimento della vita aumenta l’esperienza delle persone e farne tesoro è importante. Rinnovo comunque la mia stima all’uomo Palladini, una vera rarità in questo mondo, non solo calcistico”.

Da vecchio cronista ritengo che sarà difficile trovare un allenatore più bravo di Ottavio al quale auguro una carriera brillantissima per le sue capacità tecniche e per quelle umane che il ‘burbero’ Fedeli ha giustamente apprezzato. Mi auguro fortemente che la scelta per il nuovo tecnico smentisca tutte le mie perplessità attuali. Non ritengo altresì che i complimenti del presidente all’allenatore sambenedettese siano di circostanza. Auguri Samb.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.198 volte, 1 oggi)