SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per la terza volta finisce l’avventura alla Samb di Ottavio Palladini come allenatore.

Un rapporto iniziato nel 2009, sotto la presidenza di Sergio Spina, in Eccellenza. Il campionato, eccezionalmente a 20 squadre, alcune delle quali con una solida tradizione sportiva, si rivela subito competitivo e la Samb, vittima di numerosi avvicendamenti nella rosa, ha un inizio di stagione problematico, culminato nell’esonero dell’allenatore Minuti, che viene sostituito dal giocatore-allenatore Ottavio Palladini. Dopo il girone di ritorno la squadra ottiene la promozione in Serie D.

L’anno seguente, nella stagione 2010-11 in serie D, si dimette dopo tre giornate (tre pareggi) per poi ritornare alla ventisettesima concludendo all’undicesimo posto.

Sfiora la promozione nel 2011/2012 chiudendo il campionato al secondo posto alle spalle del Teramo dopo una importante rimonta. La Samb disputerà i playoff, uscendo sconfitta nel match di spareggio contro il Legnago Salus, fatali i calci di rigore.

Nella stagione 2012/13, sotto la presidenza Bartolomei e Pignotti, riporta i colori rossoblu tra i professionisti chiudendo il campionato in testa grazie alla vittoria sulla Recanatese nell’ultima gara di campionato.

Ma in estate, a seguito del fallimento societario, la squadra non parteciperà al campionato di Lega Pro di Seconda Divisione.

Con l’avvento di Gianni Moneti, nella neo costituita A. S. D. Sambenedettese Calcio, riveste il ruolo di Responsabile Tecnico del Settore Giovanile.

Nella stagione 2015-16 torna alla guida della Samb, con Franco Fedeli presidente, rilevando il posto di Lorentino Beoni dopo le prime giornate. Porterà i rossoblu alla conquista della Serie D e nella promozione in Lega Pro.

Un avvio, tra i professionisti, scoppiettante con la Samb al primo posto in solitaria. Ma a fine 2016 la squadra ha un calo nelle prestazioni e risultati che porteranno il sambenedettese alle dimissioni irrevocabili del 3 gennaio.

Nel suo buonissimo curriculum rossoblu annovera nel personale Palmares un campionato di Eccellenza e due campionati di Serie D (2012-13 e 2015-16). Nell’estate 2016 viene premiato a Viareggio come miglior allenatore della Serie D della stagione 2015-16.

Inoltre aveva conquistato il cuore di numerosi supporter rossoblu. Una conquista avvenuta fin dai tempi in cui militava alla Samb come giocatore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.045 volte, 1 oggi)