TERAMO – Ispezioni dei Carabinieri del Nas di Pescara, nel periodo delle festività natalizie, in case di riposo, strutture sociosanitarie e ospedaliere di tutto l’ Abruzzo. I controlli sono finalizzati alla tutela delle fasce deboli ricoverate, a verificare il rispetto delle normative e a scongiurare forme di abbandono.

Negli ospedali accertamenti in materia di sovraffollamento. In alcuni casi riscontrate carenze e violazioni. In particolare, in una casa di riposo del Teramano è stata scoperta una struttura con pazienti non autosufficienti e con patologie che richiedevano cure mediche e infermieristiche non erogabili all’interno della struttura, che risultava invece solo a “prevalente accoglienza alberghiera”. Un’altra struttura del Pescarese è stata segnalata per carenze igienico sanitarie e strutturali. I militari del Nas di Pescara hanno ispezionato anche numerosi ospedali, constatando che il rischio sovraffollamento, dovuto al picco di influenza, è stato complessivamente ben gestito dai sanitari.

Dopo alcune segnalazioni, infatti, sono state effettuate immediate verifiche ed è stato riscontrato che le direzioni sanitarie stanno facendo il possibile per garantire i dovuti ricoveri, anche in altre strutture, evitando sistemazioni provvisorie.

Alcune criticità sono state riscontrate all’ospedale San Massimo di Penne, dove in tre reparti sono state rilevate e segnalate all’autorità sanitaria carenze strutturali dovute a scrostature delle pareti, a seguito di infiltrazioni di acqua all’interno di corridoi e camere degenza, oltre ad un locale, adibito a magazzino, con crepe alle pareti, subito inibito all’utilizzo ed accesso, a seguito di provvedimento tempestivo della direzione sanitaria.

I controlli del Nas di Pescara proseguiranno per tutto il periodo festivo a tutela dei degenti e a garanzia del grande lavoro che il personale sanitario sta svolgendo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 420 volte, 1 oggi)