ANCONA – Risorse per 10,5 milioni di euro andranno a finanziare investimenti in reti fognarie e di depurazione delle acque nei cinque Ambiti territoriali ottimali per il servizio idrico integrato. Lo stanziamento deriva da una riprogrammazione effettuata dalla Giunta regionale su fondi derivanti da economie di spesa registrate in passato. Ne dà notizia l’assessore all’Ambiente, Angelo Sciapichetti.

“Le risorse – sottolinea l’Assessore – derivano dalla riprogrammazione di economie e somme non spese in passato, relative ad un accordo di programma sottoscritto con il Ministero dell’Ambiente e al Fondo per lo Sviluppo e la Coesione. Nei giorni scorsi, a questi fini, abbiamo incontrato rappresentanti dell’Agenzia per la coesione territoriale, del Ministero dell’Ambiente e di quello per le Politiche agricole, con cui abbiamo sottoscritto un accordo che ci ha permesso di utilizzare queste risorse. Finanzieremo così interventi relativi a reti fognarie e depurative nella regione Marche, in modo da metterci in linea con le previsioni delle direttive europee e migliorare la qualità delle acque del ciclo idrico. Gli interventi finanziati prevedono la principale condizione che siano realizzati nel prossimo triennio quindi, la sfida dell’Amministrazione regionale, è quella di dare un robusto sostegno finanziario all’attività del ciclo della depurazione richiedendo ai soggetti attuatori la massima performance attuativa al fine di realizzare i dovuti interventi in tempi celeri”.

In particolare gli interventi riguarderanno reti ricadenti nei comuni di Orciano di Pesaro, Sassoferrato, Castelfidardo, Civitanova Marche, Porto Recanati, Fermo, Petriano, Vallefoglia, Ostra, San Ginesio, Grottazzolina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 95 volte, 1 oggi)