SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prima della cerimonia “L’approdo negato” svoltasi nell’area portuale di San Benedetto il 22 dicembre, si è svolta in sala consiliare, alla presenza dei parenti dei caduti, la donazione alla città sambenedettese dell’opera del pittore grottammarese Francesco Colella, denominata “La corda spezzata”, un olio su tela che rievoca la tragedia del “Rodi” e che rappresenta, attraverso il volo di un gabbiano, la speranza della gente di mare.

Coordinata dalla consigliera Mariadele Girolami, la cerimonia ha visto l’intervento del sindaco Piunti, dell’assessore alle politiche del mare Filippo Olivieri, del sindaco di Martinsicuro Paolo Camaioni (la città perse due marittimi in quella tragedia) e lo stesso Colella che ha descritto l’opera, d’ora in avanti esposta sulle pareti dell’aula consiliare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 420 volte, 1 oggi)