SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lutto a San Benedetto del Tronto. E’ morto Orlando Di Matteo, storica figura della sanità rivierasca e dell’ospedale locale e storico medico della Sambenedettese. Il 1 aprile 2010 andò in pensione dopo tanti anni di stimata professione, la direzione dell’ospedale lo premiò con una targa ricordo (foto).

Sui Social Network la commozione di molte persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. I funerali si svolgeranno domani 23 dicembre alle ore 15:30 presso la Chiesa di San Benedetto Martire al Paese Alto di San Benedetto del Tronto.

Paolo Perazzoli: “Oltre ad essere un suo estimatore ero onorato di essere suo amico. Lascia un vuoto nella città. Era instancabile. Fedelissimo al lavoro dalla mattina alla sera. Dava l’esempio. Tutta la città è passata nel suo studio. Poi era conosciuto anche per il suo lavoro nella Sambenedettese. Figura indimenticabile. Ci mancherà. Agli amici e alla città. Figura da ricordare con orgoglio. Persona generosa, molto generosa. Senso della sanità pubblica impeccabile, raro al giorno d’oggi”.

Pasqualino Piunti: “San Benedetto perde una grande figura. Ho un ricordo bellissimo, lo conoscevo. Era sempre disponibile e gentile. Un abbraccio sentito da me e tutta la comunità alla famiglia”.

S.S. Sambenedettese: “La società tutta si stringe al dolore della famiglia Di Matteo per la scomparsa del dott. Orlando Di Matteo, storico medico sociale rossoblù per diversi decenni. L’ex primario del reparto di ortopedia dell’Ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto si è spento questo pomeriggio all’età di 73 anni, compleanno compiuto nella giornata di ieri, a causa di una malattia incurabile contro cui combatteva da tempo. Alla moglie Simona Cappellacci, ai figli Remo ed Elisabetta, ai nipoti ed a tutti i suoi familiari vanno le più sentite condoglianze da parte di tutta la Società rossoblù”.
Il funerale si svolgerà domani (venerdì 23 dicembre) alle 15.30 presso la chiesa di San Benedetto Martire nel paese alto
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.003 volte, 1 oggi)