TERAMO – Si è tenuta presso la Prefettura di Teramo, la terza riunione del Comitato di Coordinamento per la prevenzione del fenomeno delle truffe, in particolare di natura finanziaria, ai danni degli anziani e dei soggetti maggiormente esposti in ragione di una scarsa educazione finanziaria.

Il Comitato, del quale fanno parte rappresentanti della Commissione regionale Abruzzo dell’Associazione Bancaria Italiana e delle Forze dell’Ordine, ha esaminato le proposte del gruppo di lavoro che ha avuto il compito di individuare le iniziative di formazione ed informazione più efficaci da realizzare nei prossimi mesi nel territorio provinciale.

I lavori – presieduti e coordinati dal Prefetto, Graziella Patrizi – si sono svolti all’insegna del dialogo e della collaborazione, confermando il clima di disponibilità ed impegno congiunto che hanno caratterizzato fin dall’inizio l’attività dell’organismo.

Tra i progetti da intraprendere nell’immediato, è stata approvata la divulgazione di un vademecum contenente le buone prassi, le precauzioni ed i consigli utili, da fornire con un linguaggio semplice e diretto, per rafforzare la sicurezza riducendo i fattori di vulnerabilità e i comportamenti economicamente rischiosi.

Il Prefetto Patrizi ha espresso la propria soddisfazione per questa prima iniziativa e più in generale per gli obiettivi che il Comitato si propone di raggiungere, orientati alla tutela delle fasce di popolazione più vulnerabili rispetto a fattispecie criminali particolarmente insidiose.

Il Segretario della Commissione Regionale ABI Abruzzo Rocco Finocchio ha sottolineato la grande sinergia venutasi a creare, sul fronte della prevenzione, tra banche, Istituzioni e Forze dell’ordine, che ha consentito di condividere le esperienze, gli strumenti e i progetti messi a punto nei diversi ambiti locali per prevenire le truffe finanziarie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 132 volte, 1 oggi)