TERAMO – Oltre tre tonnellate di prodotti ittici sequestrati perché conservati in pessime condizioni igienico sanitarie, un laboratorio abusivo per la preparazione di prodotti gastronomici a base di pesce chiuso, il rappresentante legale di un’impresa denunciato, sanzioni per circa 10mila euro: è il bilancio dei controlli che i Carabinieri del Nas di Pescara hanno eseguito in Abruzzo, a ridosso delle festività natalizie, nelle imprese alimentari del settore ittico e dell’acquacoltura.

Nel Chietino sono stati sequestrati circa 750 chilogrammi di mitili; una persona è stata denunciata per tentata frode nell’esercizio del commercio. In provincia di Pescara, è stato scoperto un laboratorio abusivo per la preparazione dei prodotti gastronomici a base ittica. La Asl ha disposto l’immediata sospensione dell’attività.

Nel Teramano uno stabilimento di lavorazione di prodotti ittici è stato trovato non in linea con i dettami della normativa europea e nazionale. Oltre 18 quintali di pesce sono stati vincolati sanitariamente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 998 volte, 1 oggi)