GIULIANOVA – Aveva preso di mira una lavanderia self service dove periodicamente tornava per scassinare il distributore di bevande e portare via le monete.

Questa volta, però, due carabinieri della compagnia di Giulianova, in quel momento non in servizio, dal marciapiede lo hanno notato, incappucciato, mentre forzava la macchinetta. Dopo averlo bloccato i militari gli hanno sequestrato un coltello a serramanico e un martello con due punte in acciaio: hanno poi arrestato il 33enne, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di furto aggravato.

Attraverso le registrazioni dell’impianto di videosorveglianza della lavanderia è stato poi possibile accertare la responsabilità dell’uomo in relazione a furti avvenuti nei giorni scorsi nello stesso esercizio.

Il titolare ha infatti denunciato di averne subiti almeno una decina dalla fine di novembre. Il 33enne è stato rinchiuso nel carcere teramano di Castrogno, a disposizione del magistrato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 648 volte, 1 oggi)