TERAMO – Blitz delle Forze dell’Ordine. I Carabinieri del Nas di Pescara hanno compiuto un’inchiesta sulle aziende vitivinicole abruzzesi.

In varie ditte è stata trovata sporcizia. Alcune strutture non erano autorizzate e presentavano irregolarità amministrative e scarico abusivo di acque reflue.

E’ stata sospesa l’attività di un deposito di prodotti vinosi e di una cantina: il primo nella provincia di Teramo e la seconda in quella di Chieti.

Sequestrati circa 700 mila litri di prodotti. Violazioni accertate pure sul penale. Inoltre, sempre nella provincia di Teramo, due cantine sono state segnalate alla magistratura per lo scarico non autorizzato di acque reflue industriali. Effettuate dagli inquirenti sanzioni amministrative per errata tenuta dei registri di carico e scarico, identificazione dei vasi vinari e aggiornamento del piano di autocontrollo aziendale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 406 volte, 1 oggi)