SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “I bambini, gli anziani e i disabili sono i più vulnerabili in caso di emergenza o durante una calamità”. Questo è il succo, attraverso le parole di Anna Rosa Cianci di Save The Children Marche, del convegno che il 16 dicembre si terrà all‘Istituto Alberghiero “Buscemi”. 

“Emergenza e Fragilità” è alla sua terza edizione e, in questo 2016 profondamente segnato dalla tragedia del terremoto, assume connotati molto più netti e ruoterà attorno al tema della sicurezza, specialmente a scuola “luogo dove i bambini trascorrono la metà del loro tempo” commenta ancora Anna Rosa Cianci che presenta l’evento assieme a Elisabetta Schiavone, che coordina l’aspetto scientifico del meeting in rappresentanza di Cerpa (centro europeo si ricerca e promozione dell’accessibilità) Italia Onlus, dell’Ordine degli Architetti e dell’Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla).

L’incontro all’ Istituto “Buscemi” si aprirà alle ore 15 e vedrà la partecipazione e il contributo di autorità, dirigenti scolastici ma soprattutto di tecnici che illustreranno le necessità dei disabili in caso di emergenza per esempio ma anche i necessari accorgimenti di sicurezza per le strutture scolastiche.

“D’altronde in caso di emergenza la prima rassicurazione che i bambini cercano è nello sguardo degli adulti, come gli insegnanti” commenta Anna Rosa Cianci “perciò noi per primi dobbiamo portare il nostro contributo in termini di competenza, abitudine a gestire emergenze e assenza di fatalismo”. Insomma l’obiettivo è formare i più grandi per preparare i più piccoli. E Save The Children Marche ne sa qualcosa visto che è presente, da settembre, all’Hotel Relax dove gestisce, a supporto delle famiglie sfollate dal terremoto, uno spazio ricreativo e educativo dedicato ai bambini provenienti dalle zone del sisma.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 218 volte, 1 oggi)