ANCONA – Nel pomeriggio del 12 dicembre il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e l’assessore alle Infrastrutture Anna Casini hanno incontrato il presidente dell’autorità portuale Rodolfo Giampieri e il segretario generale Matteo Paroli. È stata la prima visita ufficiale dopo la nomina a presidente dell’autorità di sistema del Mare Adriatico centrale.

Un’occasione importante per fare il punto sugli investimenti che l’autorità portuale concretizzerà a breve e un primo confronto sulle strategie future.

“Tutti i porti hanno delle vocazione naturali – spiega Giampieri – che saranno valorizzate e messe a sistema nell’interesse dello sviluppo e dell’occupazione. In particolare per i porti di Pesaro e San Benedetto ci saranno investimenti grazie alle risorse che questi due scali già generano”.

“La prima occasione che abbiamo di mettere a sistema le politiche portuali regionali – spiega Ceriscioli – in un quadro di valorizzazione delle vocazione dei porti principali, creando sinergie che fino ad oggi non erano strutturate. Inoltre importante il fatto che le risorse, direttamente generate dai porti, resteranno sul territorio e diventeranno immediata occasione di sviluppo, non dovendo subire più passaggi ministeriali. Una riforma che diventa dunque una grande opportunità per il territorio e per tracciare una prima visione strategica di un sistema portuale vasto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 231 volte, 1 oggi)