GROTTAMMARE – C’è sgomento e amarezza tra i residenti e commercianti di piazza Carducci e zona Ascolani dopo l’increscioso episodio (CLICCA QUI) avvenuto nella serata del 10 dicembre: il tentato scippo di un individuo ai danni di Maria Consorti, lavoratrice alla Tabaccheria Nonno Lele, dopo la chiusura dell’esercizio. Un uomo, armato di pistola, ha provato a rubarle la borsetta colpendola con l’arma ma la donna non si è fatta intimorire e ha costretto alla fuga il malvivente. Maria Consorti è rimasta ferita alla mano. (CLICCA QUI)

I cittadini parlano di un degrado della zona e chiedono agli enti preposti alla sicurezza e al Comune interventi adeguati per l’incolumità delle persone e delle strutture.

Il sindaco Enrico Piergallini, contattato da Riviera Oggi, ha espresso un pensiero sulla vicenda: “Siamo rammaricati per quello che è successo. Sto chiedendo maggiori informazioni sulla vicenda al Comando dei Carabinieri per verificare la situazione. Dobbiamo capire se è stato un fatto isolato compiuto da sbandati o qualcosa di più strutturale”.

Ai residenti di zona Ascolani che hanno la percezione di essere abbandonati dalle istituzioni, il primo cittadino ha replicato: “Garantiamo di concentrare le forze che abbiamo sul presidio dell’area. E’ una piazza centrale e alla nostra continua attenzione”.

Molti cittadini, e anche esponenti dell’opposizione, hanno chiesto a gran voce la videosorveglianza (tra l’altro recentemente il Comune ha dato il via libera al Regolamento che disciplina l’installazione di sistemi).

Su questa tematica Piergallini ha affermato: “L’idea che l’intero territorio possa essere controllato dalle telecamere è impensabile e di propaganda. Nel piano che si andrà a redigere nel 2017 ci sarà un tavolo fra amministrazione, Prefettura e Forze dell’Ordine per identificare le aree dove saranno collocate le telecamere. Zone con maggiore concentrazione di traffico e anche segnalate come possibili ritrovi per atti criminali e poco consoni. In piazza Carducci esiste la possibilità di inserire una videocamera poiché è una delle piazze centrali della città. Anche le pinete saranno aree interessate. Saranno piazzate con probabilità all’ingresso e uscita della città per monitorare il passaggio. Redatto il piano si aprirà la gara per il noleggio delle videocamere e in base alle nostre risorse compreremo le camere necessarie. Ogni anno, inoltre, sempre in base alle risorse e alle necessità valuteremo se aggiungere altre camere e posizionarle in altre zone”.

Abbiamo chiesto al sindaco se incontrerà Maria Consorti, la donna che ha subito il tentato scippo: “Io sono disponibile a riceverla per avere ulteriori informazioni ma non voglio strumentalizzare la cosa e avere una foto con il giornale che non risolve nulla. Giustamente la priorità dell’aggredita è parlare, in questo momento, con le Forze dell’Ordine che stanno indagando sulla vicenda. Naturalmente, come detto prima, siamo rammaricati per ciò che è successo e ribadisco la mia disponibilità ad ascoltarla per qualsiasi parere”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 484 volte, 1 oggi)