TERAMO – Blitz della Forze dell’Ordine. Nella mattinata del 7 dicembre gli agenti di Polizia, durante il servizio di controllo del territorio a Teramo, sono stati avvicinati da una signora la quale segnalava la presenza di un giovane che, con atteggiamenti decisamente insistenti, chiedeva denaro all’uscita di un supermercato del centro.

Una volta fermato, i poliziotti hanno appurato che si trattava di un 24enne nigeriano dimorante a Teramo al quale, a seguito del diniego dell’asilo politico, era stato notificato il provvedimento di espulsione dal territorio dello Stato.

Nel prosieguo degli accertamenti gli agenti hanno verificato che lo stesso dimorava in un appartamento del centro, in precarie condizioni igienico-sanitarie, assieme ad altri tre connazionali. Dagli ulteriori accertamenti è emerso che i quattro ragazzi nigeriani erano in possesso del contratto di locazione dell’appartamento, tuttavia, è stata constatata una circostanza anomala: il contratto era stato stipulato successivamente al provvedimento di espulsione del fermato quindi, di fatto, da un soggetto clandestino non in possesso di permesso di soggiorno.

Di qui la denuncia del locatore, un 51enne di Teramo con diversi precedenti di Polizia, per favoreggiamento della permanenza dell’immigrato clandestino. Al termine delle attività il giovane extracomunitario, denunciato per l’inottemperanza all’ordine di allontanamento, è stato espulso dal territorio dello Stato mentre per quanto attiene gli altri connazionali sono in corso accertamenti atti a definirne la posizione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 272 volte, 1 oggi)