GROTTAMMARE – Sabato 10 dicembre, dalle ore 10 alle ore 13, inizia il corso di formazione e aggiornamento “Mobilità umana e giustizia sociale: sfide e risposte“, presso la Sala Consiliare del Comune di Grottammare e che prevede 7 lezioni per un totale di 21 ore.

Il corso di formazione è completamente gratuito, ad accesso libero e si rivolge a tutti i docenti di ogni ordine e grado, agli studenti, alla pubblica amministrazione, ai giornalisti, operatori del dialogo interculturale, volontari e operatori delle associazioni e, naturalmente, a chiunque fosse interessato.

Durante le lezioni verrà analizzata la condizione di chi si sposta dal proprio paese d’origine, tentando di comprenderne cause e motivazioni, nonché la difficile gestione del fenomeno migratorio nella sua totalità.

Il primo incontro è in programma sabato 10 dicembre, presso l’Hotel Progresso in Viale Trieste n. 40 a San Benedetto del Tronto, con la presentazione del Dossier sull’immigrazione 2016, a cura di Emmanuele Pavolini, Docente all’Università di Macerata.

Sabato 14 gennaio il tema trattato è “Push & ramp; Pull Factors” a cura del Professor Eduardo Barberis dell’Università di Urbino, analizzando i fattori di spinta e di attrazione delle migrazioni.

Sabato 28 gennaio, con il ricercatore Luca Declich, si parla di “Push Factors e Migrazioni Forzate”, ricercando le cause del rilevante aumento delle migrazioni forzate nel mondo.

Sabato 11 febbraio è in programma la Presentazione del Progetto Umanità al Confino di Tandem Associazione

Interculturale con il fotoreporter Ennio Brilli e della Campagna Over the Fortress con Valentina Giuliodori , Ambasciata dei Diritti di Macerata.

Sabato 18 febbraio il tema trattato è “Prospettive interculturali in Italia e seconde generazioni: un’integrazione in

sospeso?” a cura di Vittorio Lannutti, sociologo e ricercatore presso European Centre for Economic Policy Analisys and Affairs (ECEPAA).

Sabato 11 marzo il giornalista Fausto Spegni con “I crimini d’odio on line e off line” per contrastare i fenomeni di odio.

Sabato 25 marzo, a cura di Amedeo Angelozzi, educatore e counselor, si tiene il laboratorio di educazione non formale “A step forward”, al fine di promuovere l’empatia con il prossimo e favorire la comprensione.

Il corso di formazione, che si tiene presso la Sala Consiliare del Comune di Grottammare in via G. Marconi n. 50, è organizzato da Tandem Associazione Interculturale in collaborazione con il Centro Studi e Ricerche IDOS, Comune di Grottammare, SOS Missionario, G.U.S. Gruppo Umana Solidarietà G. Puletti, On The Road, Associazione Gotarà, Istituto di Istruzione Superiori “A. Capriotti”, Casa di Accoglienza Irene e le Associazioni I Care e Il Sogno onlus.

Le iscrizioni sono aperte fino al 9 dicembre alle ore 13. Per maggiori informazioni: Tandem Associazione Interculturale Tel. 0735.326340; email: tandem_intercultura@libero.it

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 207 volte, 1 oggi)