TERAMO – La Provincia, nel 2015, ha anticipato con fondi propri l’avvio dei lavori di messa in sicurezza del fiume Salinello che scorre in parallelo alla provinciale otto fra Tortoreto e Giulianova: circa 322 mila euro. Oggi, quei lavori, come tutti quelli sui fiumi, sono tornati nella competenza della Regione.

“Un intervento che rischiavamo di perdere perché non era stata fatta la gara d’appalto – spiega il presidente Renzo Di Sabatino – come per tutti gli altri fiumi la Provincia agiva come concessionaria con i fondi che venivano trasferiti dalla Regione. E’ stata una delle prime cose di cui mi sono occupato appena eletto. Abbiamo fatto la gara e abbiamo avviato i lavori con i nostri fondi ma quando abbiamo chiesto il pagamento del primo stralcio è emersa questa anomalia, un corto circuito amministrativo: il finanziamento non risultava iscritto in bilancio. Al di là del rimborso dei soldi anticipati dalla Provincia quello che più ci preme è che i lavori vengono portati a termine visto che in quell’area i problemi di esondazione sono piuttosto frequenti e che il finanziamento di quest’opera risale al lontano 2003″.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 160 volte, 1 oggi)