SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In via di conclusione l’intervento di rifacimento della rete fognaria e della linea delle docce, si apre la fase due del progetto di riqualificazione del lungomare, quella che cambierà il volto del primo tratto dello storico viale.

Lunedì prossimo, 5 dicembre, infatti, si darà avvio ai lavori di restyling dell’aspetto superficiale del lungomare nord nel tratto compreso tra il torrente Albula e via Gradisca.

Si lavorerà a stralci per ridurre al minimo il disagio operando inizialmente sul tratto est compreso tra il ponte sull’Albula e via Cadore. Il cantiere si estenderà in larghezza dalla linea degli stabilimenti fino a tutta la pista ciclabile e verrà creato un percorso protetto per i pedoni. Per l’esecuzione di questo primo “step” sarà necessario interdire la sosta nel tratto adiacente all’aiuola spartitraffico, in modo da mantenere un’ampiezza di carreggiata sufficiente allo scorrimento dei veicoli. Successivamente alla realizzazione di questo primo tratto, si procederà verso sud fino a via Pola.

Ad ultimazione dei lavori sulla parte est, il cantiere si “sposterà” sul marciapiede ovest e poi sull’aiuola spartitraffico centrale. L’ultimo intervento riguarderà la pavimentazione in conglomerato bituminoso della piattaforma stradale di tutta l’area interessata dai lavori.

Come noto, la ditta appaltatrice dei lavori è l’Impresa Laganaro s.r.l di Melfi (PZ) e l’importo di aggiudicazione è di euro 733.602,90 (compreso euro 12.493,43 per oneri relativi alla sicurezza) al netto del ribasso del 26,969%. Il tempo utile per l’ultimazione dei lavori è fissato in 150 giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.366 volte, 1 oggi)