SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Incontro, quello tra le amministrazioni di San Benedetto e Ascoli, avvenuto nel pomeriggio del primo dicembre al Municipio di San Benedetto che ha soddisfatto entrambi i primi cittadini. (CLICCA QUI)

Sia Pasqualino Piunti sia Guido Castelli hanno espresso apprezzamento per una futura collaborazione fra i Comuni in vari ambiti. “Giunta congiunta per parlare con una lingua unica di molti argomenti importanti. Abbiamo, in passato, sofferto una guerra fra poveri che ha penalizzato entrambi e vogliamo risanare ciò non solo perché uniti dai ‘colori’. Primo passo di una bella collaborazione“.

I punti discussi sono stati l’Ufficio Gare e Contratti (per rendere più agevole l’accesso ed evitare appoggi ai capoluoghi), Sentina (migliorare la Riserva e renderla ancora più preziosa e un punto del Piceno, non solo della Riviera), il Polo Culturale e la Sanità.

Riguardo al Polo Culturale ci sarà una sorta di reciproca “pubblicità” fra i due Comuni: sulla costa verranno promosse le specialità ascolane e nel capoluogo le meraviglie della Riviera. Uno “scambio” per dare risalto ai due territori, solitamente “divisi” ma in questo caso uniti nel nome del turismo. Pinacoteca di Ascoli e il porto di San Benedetto tra i luoghi ipotizzati per lo scambio culturale.

Per quanto concerne la sanità, c’è la volontà di entrambe le amministrazioni di fare del Piceno un corpo unico importante per richiedere maggiori sforzi da parte della Regione Marche in ambito sanitario con il miglioramento dei servizi. E’ stato affrontato anche il tema riguardante la creazione dell’ospedale unico e la sua possibile localizzazione da discuterne insieme ad Ancona al Palazzo Raffaello.

Alla prossima conferenza dei sindaci, che tratterà vari punti del territorio, la presidenza sarà del Comune di San Benedetto: una carica che durerà un anno dove subentreranno in seguito altri Comuni.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 392 volte, 7 oggi)