MARTINSICURO – Una mozione sui fondi da destinare alle scuole è stata presentata dai gruppi consiliari di minoranza MartinRosa, Udc e Progetto Comune durante l’assise pubblica di lunedì 28 novembre.

“Che sia l’inizio di una nuova fase di gestione delle emergenze legate alle condizioni dei plessi scolastici che dovranno avere la priorità, nella destinazione delle risorse, rispetto alle altre opere pubblichesi legge in una nota congiunta – Questo è il messaggio che abbiamo voluto lanciare come forze consiliari di minoranza all’intero consiglio comunale, anche facendo tesoro delle esperienze passate.

La richiesta di destinare il mutuo contratto per altra opera pubblica (nella fattispecie il parco sul mare) ad interventi sulle scuole, non ha nulla di propagandistico (come immaginato dalla maggioranza), ma nasce dalla consapevolezza che fosse necessario prevedere già nel bilancio corrente maggiori somme da destinare a progettazioni e/o a interventi sugli edifici scolastici.

E ciò in quanto, nei prossimi mesi presumibilmente ci saranno somme disponibili per poter intervenire e sarà una occasione quasi unica che non possiamo permetterci di farci sfuggire. Ecco il perché di questa richiesta adesso, proprio per prepararci ad intercettare le risorse che a breve verranno messe a disposizione per finanziare progetti cantierabili; nessuna strumentalizzazione politica quindi su questi temi, né accuse alla maggioranza, ma solo volontà di discutere pubblicamente su soluzioni ulteriori rispetto a quelle messe in campo sinora.

Verificata poi, prima con gli uffici e poi in consiglio, l’impossibilità tecnica di predisporre gli atti necessari, e a prescindere dalla volontà politica, abbiamo quindi ritenuto di ritirare la mozione concordando la convocazione di una commissione al fine di condividere le prossime azioni da intraprendere per dare maggior forza ed efficacia alle istanze di finanziamento agli enti sovra comunali.

Dobbiamo fare di tutto per dotarci di rilievi progettuali adeguati per poter essere pronti quando verranno messe in campo le risorse per interventi sulle scuole. Così come dobbiamo tutti avere un quadro più definito sulle esigenze e sulle priorità.

Per tale ragione continuare con il solito rimpallo di responsabilità sullo stato delle scuole e sui ritardi nell’eseguire le verifiche sismiche, fa parte di quel teatrino della politica che non ci possiamo più permettere e che non ci aiuterà a fare qualcosa in più per le nostre scuole; non ha senso dire come si è detto nel corso del Consiglio Comunale da parte dell’attuale maggioranza, che le precedenti amministrazioni non hanno fatto nulla, in quanto anche questa amministrazione non è di certo immune da ritardi e inadempienze su questo tema.

Per questo ribadiamo l’appello a lavorare insieme, prendendo tutti atto con onestà di quanto non si è fatto sinora, mettendo da parte le proprie casacche e dando priorità alle azioni da intraprendere rispetto alle logiche di avvicinamento alla prossima campagna elettorale.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 182 volte, 3 oggi)