PORTO SANT’ELPIDIO – Un investimento di due milioni di euro andrà a far fronte al dissesto idrogeologico nel Comune di Porto Sant’Elpidio, nel tratto di costa compreso tra il Fiume Chienti e il Fiume Tenna. I lavori si inseriscono nell’accordo di programma tra Regione Marche, Comune di Porto Sant’Elpidio e Rete Ferroviaria Italiana S.p.a. L’intervento è stato presentato oggi in Regione dall’assessore Angelo Sciapichetti e dal sindaco di Porto Sant’Elpidio, Nazzareno Franchellucci. Erano presenti anche il dirigente del Servizio Infrastrutture della Regione Marche, Mario Pompei e la vice presidente del Sindacato Italiano Balneari di Porto Sant’Elpidio, Petra Feliziani.

“Lavoriamo ad una soluzione definitiva del problema della difesa della costa – ha detto Sciapichetti – nel sud delle Marche erano state denunciate diverse difficoltà. Con la sottoscrizione di questo accordo ulteriori risorse vengono messe a disposizione per un intervento molto atteso dal Comune di Porto Sant’Elpidio e dagli operatori turistici e balneari. L’impegno della Regione a difesa della costa marchigiana va quindi avanti, in pieno accordo con le amministrazioni comunali e con la proficua collaborazione con Rete Ferroviaria Italiana”.

“Non esito a definire storico questo intervento – ha detto Franchellucci – senz’altro la più importante opera di ripascimento che viene realizzata a Porto Sant’Elpidio da quando nel 2005 abbiamo cominciato a combattere con il problema dell’erosione. Noi abbiamo fatto la nostra parte anche in termini di finanziamento e accogliamo con molto favore l’arrivo di questo cofinanziamento regionale. Alle parole sono velocemente seguiti i fatti. L’opera è doppiamente positiva, fronteggia l’erosione e interviene sui fiumi”.

Lo stanziamento complessivo è ripartito tra la Regione Marche (un milione di euro a valere sul Programma operativo regionale inerente i fondi europei) e il Comune di Porto Sant’Elpidio (un milione di euro, con parte delle opere già avviate). L’intervento ha carattere prioritario sia a protezione della linea ferroviaria, sia dell’abitato del Comune di Porto Sant’Elpidio e della strada litoranea. Strada minacciata dalle mareggiate che negli ultimi anni hanno fortemente eroso il litorale, mettendo a repentaglio le infrastrutture stradali e le strutture ricettive.

Complessivamente i lavori riguardano la manutenzione delle scogliere esistenti e il ripascimento con materiale proveniente prioritariamente dall’alveo dei fiumi Chienti e Tenna. Una soluzione che migliorerà l’efficienza idraulica dei due fiumi attenuando le problematiche relative all’ostruzione degli attraversamenti idraulici, in special modo riferiti a quelli ferroviari prossimi alla foce, favorendo una maggiore sicurezza della linea ferroviaria che percorre la costa marchigiana. Entro il primo semestre del prossimo anno verranno acquisiti pareri e autorizzazioni, mentre entro la seconda parte dell’anno verranno aggiudicati e avviati i lavori, il cui termine è previsto entro il 2018.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 61 volte, 1 oggi)