GROTTAMMARE – Approvata la variazione al bilancio 2016-2018: un adempimento da fare entro il mese di novembre (in passato “assestamento generale di bilancio”) in quanto successivamente a tale data la legge non rende  possibile ulteriori modifiche al documento di programmazione finanziaria, salvo caso di estrema urgenza.

Il punto è stato illustrato dall’assessore all’Ottimizzazione delle risorse, Alessandro Rocchi, elencando le voci della variazione, che ammonta a 407.621,44 € per il triennio 2016-2018: 372.603,77 euro per l’anno 2016, 45.000 euro per l’anno 2017 e 10.000 € per l’anno 2018.

Più dettagliatamente, le principali voci di variazione per l’anno in corso sono così composte:

-la previsione di un contributo regionale per interventi urgenti a protezione della costa del valore di 24.553,50 euro (54.017,67 euro per l’anno 2017);

-l’inserimento degli incassi derivanti dalla concessione di aree cimiteriali per la somma di 19.000 € (e destinate a spese per opere cimiteriali);

-l’inserimento di un contributo della Regione Marche per morosità incolpevole del valore di 26.189,88 euro (da destinare agli aventi diritto);

-l’inserimento di contributi ministeriali MASNA per l’emergenza profughi minorenni del valore di 10.473 euro;

-la previsione di un contributo della Regione Marche del valore di 20.000 euro, per un progetto legato alla promozione del settore  ittico;

-la previsione di maggiori incassi derivanti da oneri di urbanizzazione (L.10/77 Bucalossi) per 50.000 euro;

– inseriti 12.000 euro di entrate extratributarie legate al rimborso assicurativo per  i danneggiamenti  subiti dalla scultura La Metamorfosi (e che serviranno per il restauro dell’opera);

-l’inserimento della somma, in entrata e in uscita, di 190.000 euro per il meccanismo dello “split payment” ovvero il metodo di liquidazione dell’IVA introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 che caratterizza i rapporti tra imprese fornitrici e pubbliche amministrazioni.

Voto: favorevoli i consiglieri della sola maggioranza (Solidarietà e Partecipazione); contrari i gruppi di minoranza (Città Unica, Concetti Sindaco, Grottammare Futura).

In merito alle due interrogazioni che hanno aperto la seduta consiliare, il consigliere Giuliano Vagnoni a nome del gruppo “Concetti sindaco” ha dichiarato di essere pienamente soddisfatto della risposta offerta dal sindaco Piergallini a proposito dell’incrocio pericoloso tra la strada provinciale cuprense e via Granaro. Le due strade, di cui una bianca, si incrociano in prossimità di una curva caratterizzata da diverse pendenze. In caso di pioggia, i detriti invadono la carreggiata rendendo il transito pericoloso. L’idea dell’amministrazione sarebbe di realizzare l’asfaltatura della via Granaro in compartecipazione con il privato e unico residente di quella strada; inoltre, di intervenire a ridosso dell’incrocio (costo stimato in 2000 euro) per mantenere l’accesso in sicurezza.

La seconda interrogazione presa in esame dal consiglio era stata presentata dalla consigliera Antonella Ciocca, eletta nelle liste del PdL, riguardante lo svolgimento del servizio di Polizia municipale, relativamente al monitoraggio del traffico stradale e alla contestazione di un episodio di infrazione al Codice della strada. Il sindaco ha fornito chiarimenti sull’organizzazione del servizio di polizia municipale e l’invito a circoscrivere più dettagliatamente l’episodio per gli approfondimenti del caso. La consigliera Ciocca si è dichiarata parzialmente soddisfatta.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 142 volte, 1 oggi)