MONTEPRANDONE – Buona anche la seconda. L’Handball Club Monteprandone bissa il successo di Guardiagrele e si presenta nel migliore dei modi al pubblico del Colle Gioioso. Partita mai in discussione quella con la Dorica Pallamano. I celesti (stavolta in maglia verde) fanno subito la voce grossa, col parziale di 5-1 a fare da culmine a una serie di buone manovre offensive.

A quel punto l’Handball si fa prendere da un po’ di frenesia e permette ai dorici di riportasi sotto (6-5 al 10′). Seguono altri minuti di equilibrio (8-7 al 16′), poi però Monteprandone riesce a prendere il largo grazie al febbricitante Daniel Panichi, assistito alla grande da Wolter. E così il primo tempo si chiude sul 20-11.

Nella ripresa coach Vultaggio fa ruotare tutti gli elementi della panchina, a dimostrazione che il punto forte di dell’Hc potrebbe essere proprio il gruppo solido e ben assortito. I celesti mantengono il vantaggio senza troppi problemi e anzi riescono a incrementarlo: sipario sul 34-24.

Domenica prossima Monteprandone è attesa dall’insidiosa trasferta di Città Sant’Angelo, fornace di talenti della nota e blasonata società che milita nella serie A1 nazionale.

I commenti del Vice Presidente Pierpaolo Romandini: “I ragazzi si sono comportati bene, hanno fatto un buon gioco in attacco. Siamo soddisfatti della partita”. Di diverso avviso è coach Andrea Vultaggio, al cui occhio tecnico nulla sfugge: “La partita è stata alla nostra portata, ma il gruppo deve ancora amalgamarsi. Non posso dire di essere contento, nonostante il risultato. Dobbiamo e possiamo giocare meglio. C’è ancora molto lavoro da fare in attacco e in difesa, ma bisogna cambiare anche testa. Nella prossima partita a Città Sant’Angelo dovremo essere ancora più compatti e consapevoli delle nostre possibilità”.

Hc Monteprandone-Dorica 34-24

MONTEPRANDONE: De Cugni 1, D’Angelo 1, Coccia 1, Calabrese 1, Di Cocco, Marucci 3, Poletti 3, Wolter 9, Cani 3, Khouaja 4, Panichi 3, Di Girolamo, Grilli 3, Funari 2. All.: Vultaggio.

NOTA: parziale primo tempo, 20-11.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 220 volte, 1 oggi)