GROTTAMMARE – E’ imminente l’avvio di due lavori riguardanti gli edifici scolastici dell’IC Leopardi. I plessi interessati dalle opere sono la scuola Speranza, in cui sarà collocato un cuoci-pasta e la scuola di via Toscanini, in cui saranno realizzate tre nuove aule per accogliere le scolaresche; provvisoriamente dislocate nella biblioteca comunale dall’inizio dell’anno scolastico.

La decisione di installare un cuoci-pasta elettrico nel refettorio della scuola Speranza risponde a una precisa richiesta delle famiglie degli scolari, avanzata all’amministrazione comunale dal Comitato genitori, allo scopo di migliorare il servizio mensa. Nella scuola Speranza non c’è una cucina interna, il servizio mensa è difatti collegato alla fornitura di pasti, predisposti da un operatore specializzato all’esterno della struttura scolastica.

Il cuoci-pasta (in acciaio inox, misure 40 x 110 x 72, capacità 40 litri) sarà collocato nel locale dove avviene la preparazione dei piatti da servire, ma per l’installazione, è necessario eseguire altresì una serie di lavori murari, sia per garantirne il corretto uso, delimitandone lo spazio, sia per i necessari collegamenti all’impianto idrico ed elettrico. Di questi ultimi se ne occuperà l’impresa Elettro Stella di Luciani Ennio srl di Monsampolo del Tronto. Il costo delle opere, al netto del ribasso offerto dall’impresa aggiudicataria è di 4.812,12 euro. I lavori verranno eseguiti nei giorni di chiusura della scuola.

Fissata per la prossima settimana la consegna dei lavori per la costruzione di tre nuove aule nell’edificio scolastico di via Toscanini; una necessità correlata all’accoglimento delle scolaresche della scuola Primaria Speranza, attualmente ospiti della biblioteca comunale. Infatti, le aule occupate da queste ultime nel plesso originario di via Garibaldi, si trovano nell’ala est dell’edificio, dove, a breve inizieranno importanti lavori di consolidamento di una porzione dei solai. Le opere serviranno a risolvere alcune criticità evidenziate nel corso dell’estate da una verifica sullo stato dei solai, eseguita grazie all’acquisizione di specifici fondi MIUR; allineare quindi la struttura ai requisiti delle nuove norme sulla sicurezza degli edifici pubblici.

I nuovi ambienti didattici saranno ricavati nel piano rialzato della scuola media, sul lato nord, dove attualmente è situato un locale destinato a mensa, che negli ultimi anni non è stato più utilizzato a tale scopo. Lo spazio disponibile verrà articolato in tre stanze, rispettivamente di circa 28, 24 e 40 metri quadri. Le opere saranno eseguite dall’impresa Travaglini s.r.l. di Ascoli Piceno al costo complessivo di 19.434,06 euro.

 

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 147 volte, 2 oggi)