CUPRA MARITTIMA – Pollica, 2010. Il sindaco Angelo Vassallo viene ucciso dalla malavita. Da questa tragedia, come fortunatamente spesso avviene nei reati della criminalità organizzata, la società ferita rinasce dalle sue ceneri. Viene fondata la fondazione Vassallo sindaco pescatore.

Questo ente opera nei settori di ambiente e legalità e promuove  il progetto il  “Pulizia dei fondali marini” a cui il Comune di Cupra ha deciso di partecipare. Nato nel 2010, questo programma prevede il recupero dei rifiuti che rimangono nelle reti durante la pesca. I pescherecci mantengono il materiale a bordo assieme al pescato e, al rientro in porto, si procede alla separazione secondo i criteri della raccolta differenziata.

Gli obiettivi sono la tutela dell’habitat naturale dei fondali marini – spiega l’assessore Rossi – e il messaggio positivo a tutti i giovani pescatori“. La decisione di prendere parte al progetto segue l’incontro del 6 novembre scorso presso l’auditorium della Mostra malacologica con Dario Vassallo, fratello del sindaco vittima della malavita.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 264 volte, 1 oggi)