GROTTAMMARE – La Consulta per le Pari opportunità del comune di Grottammare rilancia il servizio d’ascolto, in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” prevista per il 25 novembre. Apre così la “campagna” di adesioni, invitando la cittadinanza a sodalizzare con il consiglio comunale.

 

Il servizio di ascolto si concretizza attraverso lo Sportello Donna, grazie a due strumenti:

Una linea telefonica dedicata, che mette in contatto coloro che si ritengono vittime di stalking, mobbing e violenza in generale, con le assistenti sociali del comune di Grottammare; il numero da digitare è 0735 739739, risponderà 24 ore al giorno una segreteria telefonica a cui poter lasciare il contatto, per essere poi richiamate.

In secondo luogo, è possibile usufruire del ricevimento in ufficio, aperto al pubblico il lunedì e il venerdì dalle 12 alle 14, dove le assistenti sociali comunali accoglieranno le richieste di aiuto da parte di chi si ritiene vittima di stalking, mobbing e violenza in generale.

Lo Sportello Donna rappresenta un primo livello di ascolto per le donne vittime di violenza tra le mura domestiche o sul luogo di lavoro, affrontando la problematica senza la pretesa di sostituirsi ai centri antiviolenza. Grazie al supporto del personale del Servizio Assistenza alla Persona, e all’eventuale collaborazione di soggetti esterni, dotati di specifiche professionalità, sarà possibile fornire un concreto aiuto e orientamento a coloro che difficilmente trovano il coraggio di denunciare i torti subìti.

“L’ascolto è un tassello importantissimo – dichiara la presidente del Consiglio comunale, nonché vice presidente della Consulta Alessandra Biocca – e l’amministrazione è preposta in tal senso, ancor di più lo è il coraggio di parlare, che equivale a voler bene a se stesse e a tutte le donne. Questo è l’invito che rivolgo a tutte le donne, a tirar fuori il coraggio sempre, senza farsi sopraffare da nessuno, rimanendo se stesse!”.

Lo Sportello Donna è soltanto una delle prime tappe del percorso che l’amministrazione comunale ha intrapreso verso una più articolata ed incisiva azione sui temi della parità di genere e, più in generale, sull’ascolto delle problematiche connesse.

L’attivazione del servizio ha anticipato la creazione della Consulta comunale per le Pari Opportunità, istituita lo scorso marzo. Il comitato di coordinamento della Consulta è presieduto da Francesca Romana Vagnoni; possono partecipare ai lavori del gruppo, tutte le donne residenti, domiciliate o che, nel Comune di Grottammare, svolgano attività lavorativa, o comunque vi abbiano interessi di tipo sociale e culturale” (dall’art. 3 Regolamento comunale per le pari opportunità).

Informazioni e approfondimenti: Ufficio Servizi Sociali 0735/739228 – 235 – 236  email: assistenza@comune.grottammare.ap.it  

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 147 volte, 1 oggi)