TERAMO – L’Ufficio per la ricostruzione del sisma del 2009 ha definitivamente approvato il progetto di miglioramento sismico dell’ITC “Rosa” di Nereto e trasferito i primi 400 mila euro. L’intervento, complessivamente, è stato finanziato per 1 milione e 494 mila con la misura “Scuola D’Abruzzo – il futuro in sicurezza” i cui fondi sono diventati disponibili a ottobre 2013.

Sette i “corpi” interessati al progetto costruiti fra gli anni ’60 e ’90  e le opere di miglioramento porteranno la vulnerabilità antisismica della scuola in un “range” che varia da 0,68 a o, 91 (il massimo è 1).  Con la definitiva approvazione e l’anticipazione del finanziamento la Provincia ora può procedere a bandire la gara.

“Di fatto è il primo intervento di miglioramento sismico  nelle scuole superiori dopo il 2009 – spiega il consigliere provinciale Graziano Ciapanna – è il primo, comunque, che aumenta sensibilmente l’ indice di vulnerabilità  rispetto alla situazione di partenza e questo grazie al fatto che siamo di fronte a un finanziamento significativo che consente di realizzare specifiche opere di consolidamento statico e antismiche”.

Naturalmente, anche alla luce degli eventi sismici del 24 agosto e del 30 ottobre, la Provincia si appresta a varare un Piano di adeguamento sismico per tutte le strutture scolastiche con un ordine di priorità che sarà determinato dall’indice di vulnerabilità di ciascuna struttura.

Di seguito gli interventi di miglioramento sismico già finanziati e da avviare:

ITC COMI Teramo. Destinatario di un finanziamento di 1.250.000 euro, attualmente il progetto è all’esame della Sovrintendenza e del Genio Civile. Poi sarà inviato all’Ufficio speciale della ricostruzione. I lavori di miglioramento porteranno il grado di vulnerabilità a 0,83%.

Liceo Peano di Nereto. Destinatario di un finanziamento di 1.020.000 euro, è all’esame dell’Ufficio per la ricostruzione. I lavori consentiranno di raggiungere un grado di sicurezza sismica del 0, 65.

Liceo Classico Melchiorre Delfico Teramo: destinatario di un finanziamento di 1.169.178 euro; verrà  sistemato l’ultimo piano e il tetto, lavori che garantiranno una migliore stabilità all’intera struttura. Si attende parere del Genio Civile. Per migliorare la vulnerabilità sismica è necessario però un finanziamento ad hoc,  la Provincia ha chiesto alla Regione 2 milioni e 500 mila euro.

Liceo scientifico Einstein di Teramo. Destinatario di un finanziamento di 150 mila euro, la Provincia ha avviato le procedure per la gara.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)