GROTTAMMARE – Il 3 novembre, a Grottammare, si svolse il primo appuntamento con il “Mese della Partecipazione”. Nella sala consiliare l’amministrazione comunale incontrò i residenti delle zone Stazione, Centro, Lame, Azzolino, Bernini (lato est), Ballestra, Crivelli, Tintoretto, Modigliani e Licini per tracciare il punto della situazione attuale e gli obiettivi per l’anno nuovo.

Fu una riunione segnata dalla forte scossa di terremoto della mattinata del 30 ottobre dove l’intera collettività si ritrovò ad affrontare una nuova emergenza dopo il sisma di agosto.

Riviera Oggi ha contattato al telefono il presidente del quartiere Stazione, Mario Paoletti che ha tenuto a precisare: “Non mi piace la parola presidente. Preferisco trascinatore, nel senso che il mio obiettivo è coinvolgere più persone per ottenere benefici nel nostro quartiere”.

Al ‘trascinatore’ Mario Paoletti abbiamo chiesto un breve resoconto sull’incontro e la situazione attuale nel quartiere Stazione: “In quella serata, dove molto di noi erano ancora scossi per il recente sisma, è stato fatto un riassunto del 2016. Sappiamo che viviamo una crisi economica, non facile da gestire anche per il Comune, ma ci sono stati dei piccoli miglioramenti“.

Mario Paoletti si riferisce alla manutenzione di certe aree: “C’è stata pulizia negli spazi verdi, nelle pinete si sono verificate delle potature necessarie per la sicurezza. Il giardino adiacente alla stazione è stato pulito da membri dell’Acr della chiesa San Pio V con la nostra collaborazione anche economica per fornire gli attrezzi utili”.

All’amministrazione comunale sono state presentate delle richieste: “Da qualche anno abbiamo chiesto in via Crucioli la presenza dei dossi rallentatori (che farebbero pure da attraversamento pedonale) dato che in quel punto il transito dei veicoli è abbastanza veloce. Sono stati già messi dei segnali. Inoltre abbiamo richiesto il prolungamento della ‘passeggiata’ in via Laureati. La riqualificazione del pontino lungo è quasi completa, manca soltanto l’asfaltatura. Inoltre è stata rifatta l’aiuola al centro della piazza. Il decoro urbano è molto importante per un quartiere, naturalmente. Gradiremmo anche un miglioramento della segnaletica e dell’asfalto in alcune zone”.

Al quartiere Stazione preme soprattutto una richiesta: “Gradiremmo la riqualificazione della piazza della stazione. Un desiderio che abbiamo da tempo. Capiamo che il momento non è favorevole però il Comune ha ascoltato la nostra richiesta e ci hanno assicurato che lavoreranno per realizzarla. Sarebbe molto importante per il nostro quartiere”.

Il quartiere Stazione vuol sentirsi parte attiva della Città: “Noi del comitato facciamo quello che possiamo offrendo manodopera e ci impegniamo per portare l’allegria con le feste di quartiere che svolgiamo ad agosto. Stiamo, inoltre, cercando di dare un nostro contributo da donare in beneficenza alla chiesa San Pio V (danneggiata e riaperta il 20 novembre dopo le scosse di ottobre)”.

Naturalmente la sicurezza è stato un tema affrontato come affermato da Mario Paoletti: “Sappiamo del via libera al regolamento riguardante l’utilizzo della videosorveglianza. Sarebbe molto utile in alcuni punti cruciali del nostro quartiere. Ultimamente il bar della stazione è stato preso d’assalto da tentativi criminali e anche il “Di Nuovo Cin Cin Bar” è stato nel mirino dei ladri. Si sono verificati anche furti di marmitte catalitiche. Crediamo che le telecamere possano scoraggiare i malviventi”.

Un incontro, con l’amministrazione comunale, che ha soddisfatto Mario Paoletti: “Abbiamo un rapporto tranquillo con il primo cittadino Piergallini, il Comune si mostra sempre disponibile alle nostre richieste. Continueremo comunque a vigilare per il bene della collettività”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 214 volte, 1 oggi)