TERAMO – Il Consiglio provinciale, nel pomeriggio del 21 novembre, con il voto contrario del consigliere Severino Serrani, ha votato l’adesione alla società consortile Gal “Terreverdi Teramane” ammessa a finanziamento dalla Regione, quest’ultima, per la gestione dei fondi europei per l’Agricoltura (PSR Programma di sviluppo rurale).

La Provincia acquista sei quote da 500 euro l’una: un atto dovuto visto che ad agosto il Consiglio aveva deliberato l’adesione ai due costituendi Gal per la partecipazione al bando regionale.

Al momento, da graduatoria, risulta finanziato solo il Gal “Terreverdi Teramane” e questa scelta taglia fuori dai benefici 26 Comuni, tutti dell’area interna, che avevano aderito al Gal “Appennino Teramano”.

“Mi auguro – ha dichiarato il presidente Renzo Di Sabatino – che la Regione finanzi anche il Gal Appennino visto che a l’Aquila ne sono stati ammessi tre e che la provincia teramana viene penalizzata due volte: per le minori risorse a disposizione e per l’esclusione di una parte significativa del territorio rurale”.

Ogni Gruppo di azione locale gestirà un budget di circa 3 milioni di euro.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 57 volte, 1 oggi)