MONTEPRANDONE – Sabato 19 novembre, alle 18.30, alla presenza di autorità civili e religiose, tra cui Mons. Vincenzo Catani, Presidente della Commissione Diocesana per l’Arte Sacra e i Beni Culturali, ci sarà la riapertura della restaurata Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Santuario di San Giacomo della Marca.

La Santa Messa Solenne sarà presieduta da P. Ferdinando Campana, Ministro Provinciale dei Frati Minori delle Marche e concelebrata dal Padre Guardiano Lorenzo Turchi.

La celebrazione sarà animata dalla Corale Polifonica “San Giacomo della Marca”.

L’inaugurazione inizialmente prevista per il 30 di ottobre era stata rinviata a causa della forte scossa sismica verificatasi nella mattina stessa. L’evento tellurico, purtroppo, ha provocato danneggiamenti alla chiesa che  fortunatamente non hanno interessato le parti strutturali, ma che comunque hanno comportato interventi di rispristino a intonaci interni e di recupero di alcuni elementi decorativi. I lavori si sono svolti celermente e ciò ha permesso la riapertura della Chiesa in tempi brevi.

I lavori precedentemente effettuati dall’Amministrazione Comunale di Monteprandone, proprietaria dell’edifico di culto, che hanno interessato la copertura della Chiesa di Santa Maria delle Grazie, hanno evitato che il sisma provocasse ulteriori danni.

I lavori di ripristino e restauro sono stati svolti dalla ditta Fiorelli Costruzioni Srl di Francavilla D’Ete (FM) per un importo di € 200.00,00. Il progetto ha avuto ad oggetto un bene di particolare interesse  culturale tanto da essere inserito nella misura nazionale denominata “Art bonus” attivata dal Ministero per i beni culturali e turismo. Il progetto dai preposti organi ministeriali è stato valutato positivamente quindi ammesso.

Ciò ha comportato che è stato destinatario di alcune erogazioni liberali da parte di privati e aziende che hanno permesso un alleggerimento di costi a carico dell’Amministrazione Comunale quale Ente appaltante e proprietario. Ad oggi sono pervenute sono le seguenti donazioni:

Persona Fisica, 1000 euro;

Estra Energie, 90 mila euro;

Persona fisica, 1000 euro;

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 238 volte, 1 oggi)