SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nelle ultime ore in Riviera fanno rumore le parole dell’amministratore unico dell’Ascoli Picchio, Andrea Cardinaletti, sulla possibilità di giocare la partita dei bianconeri contro il Perugia (in programma il 19 novembre al Del Duca) in una città tra Pescara, Cesena e San Benedetto del Tronto. (CLICCA QUI)

Il dirigente bianconero ha affermato: “L’ultima è una ipotesi fattibile e potremmo rompere un tabù. Mantenendo una sana competizione tra le due società”.

A San Benedetto, e sui social network, si è discusso su questa ipotesi che vede la maggior parte dei sostenitori rossoblu contrari alla possibilità.

Anche al Comune di San Benedetto è arrivata la dichiarazione dell’amministrazione unico Cardinaletti e si è discusso su questa possibilità.

Il sindaco Pasqualino Piunti, contattato al telefono, ha comunque raffreddato un pò gli animi: “Al momento non è arrivata nessuna richiesta. Abbiamo saputo soltanto dell’indiscrezione di Cardinaletti. E’ stata fatta al momento solo un’ipotesi”.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.351 volte, 3 oggi)