ARIDITA’ 6,5 Esordio in rossoblu e si mette in mostra al 20’ della ripresa quando si oppone con il corpo alla prima conclusione in porta degli ospiti. Bravo sempre su Sansovino nel finale, non era facile.

RADI 6,5 Torna titolare dopo l’espulsione contro il Parma. Esegue una guardia diligente ed esperta su un altro esperto avversario come Sansovino.

DI FILIPPO 6 Tanto cuore dal terzino rossoblu che appoggia molto più spesso che nelle precedenti uscite l’azione offensiva. In difesa dalle sue parti Croce e Ilari non creano molti patemi.

LULLI 6,5 Sempre molto generoso conquista una serie impressionanti di palloni sulla mediana e con Damonte forma una cintura a tratti invalicabile.

MANCUSO 9 Che gol, signori. Da quella posizione pensavamo riuscisse a rimettere il pallone in mezzo, invece si è prodotto in un allungo e ha colpito con massima precisione al volo, di sinistro. Il giusto coronamento di un’altra prestazione limpida e concreta, rete a parte. Eccezionale anche la sua seconda marcatura. Siamo a quota nove gol, capocannoniere in solitaria. Quel che tocca è oro.

SORRENTINO 6 Gioca da eccellente seconda punta, con la generosità di un Ciccio Graziani dei bei tempi. Difetta però nelle conclusioni, eccetto un tiro secco dopo un eccellente gioco aereo, nella ripresa.

SABATINO 6,5 Dopo un periodo di flessione, è adesso nuovamente il giocatore ammirato ad inizio stagione e nel passato campionato. Cintura perfetta tra centrocampo e attacco, primo interditore e primo attaccante insieme.

TORTOLANO 7 “Tortolano amoroso”, per parafrasare il “trottolino” della canzone di Mietta e Minghi. Fa impazzire Magnanelli e costringe alla sostituzione di Bulevardi, a rischio espulsione. Giocatore al momento imprescindibile.

N’TOW 6,5 Finisce coi crampi ma dà una dimostrazione di strapotere fisico sulla corsia sinistra. In appoggio a Tortolano si è formato un duo che potrebbe essere risolutivo in molte occasioni. Deve migliorare in alcuni dettagli tecnico-tattici ma essendo all’esordio da titolare crediamo che gli occorra un po’ di tempo per ritrovarsi appieno nel 4-3-3 palladiniano.

MORI 6,5 Giganteggia, è il caso di dirlo, al centro della difesa dove fa valere i suoi centimetri. Soffre col resto della difesa la reazione teramana, dopo il vantaggio di Mancuso.

DAMONTE 7 Suo l’assist perfetto per Mancuso: il passaggio in profondità è evidentemente la sua specialità considerando che poi svolge un immenso lavoro di interdizione davanti alla difesa.

FIORETTI 6 Il ragazzo forse soffre di un classico blocco psicologico, perché ci sembra contratto oltre modo. Può darsi che l’azione finale, quando si libera di due avversari e poi arriva a servire Mancuso per il 2-0, possa rappresentare per lui la chiave di volta del campionato.

DI MASSIMO 6 Grazie a lui la Samb riprende a contrattaccare. Si propone sempre bene e va vicino al gol anche se talvolta prova la giocata più leziosa.

CANDELLORI sv. Pochi minuti per lui.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.565 volte, 2 oggi)