CUPRA MARITTIMA – Ha avuto luogo nella mattina del 12 novembre il tanto atteso incontro tra le istituzioni cuprensi, tecnici e dirigenti scolastici e i genitori degli studenti cuprensi, riguardo la  sicurezza del plesso scolastico in seguito al sisma.

Il confronto è stato indetto dall’Amministrazione, soprattutto dopo le veementi preoccupazioni manifestate dai genitori nei giorni successivi alle scosse. L’obiettivo è stato quello di rassicurare tutti circa l’agibilità della struttura, dimostrando che allo stato attuale, la scuola non presenta alcun tipo di danno strutturale tale da lasciar ipotizzare un’evacuazione dell’edificio. Presente all’incontro anche l’ingegner Malatesta, convocato dall’amministrazione per illustrare i risultati del recente studio sulla vulnerabilità dell’intero plesso.

Ad aprire il dibattito è stata la Dirigente scolastica Gaia Gentili, che ha esortato i genitori presenti a divulgare informazioni corrette, senza ricadere in ingiustificati allarmismi.

A tal proposito è intervenuto lo stesso Sindaco Domenico D’Annibali. Il primo cittadino, dopo aver rimarcato l’archiviazione del progetto “Polo scolastico” in zona Menocchia, ha informato la cittadinanza riguardo i provvedimenti necessari a mettere in sicurezza il plesso, ipotizzando addirittura l’eventuale costruzione di un edificio totalmente nuovo.

All’incontro ha partecipato anche il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno Paolo D’Erasmo, che ha garantito il massimo impegno da parte dell’ente provinciale nel reperire i fondi necessari alla messa in sicurezza della scuole, ribadendo che, fin ora, solo per i lavori di massima urgenza sono già stati utilizzati circa 600mila euro.

La mattinata è proseguita con l’elencazione dei risultati tecnici elaborati dagli ingegneri addetti ai sopralluoghi e si è conclusa con l’impegno, da parte dell’Amministrazione, di realizzare nel più breve tempo possibile tutti gli interventi mirati alla messa in sicurezza.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)