ANCONA – Oltre 147 milioni di visualizzazioni per Photowalk 2016 per un valore economico di 920 mila euro calcolato in base al costo equivalente in pubblicità per raggiungere lo stesso numero di persone.

Sono questi i dati più significativi del progetto sulle passeggiate fotografiche digitali per scoprire le Marche con il Social Media Team- Fondazione Marche Cultura e Vodafone Italia che si sono svolte da maggio ad ottobre a Pesaro, Castignano, Fossombrone, Numana, Cingoli, Macerata, San Benedetto del Tronto, richiamando esattamente 1000 partecipanti.

I numeri positivi e moltiplicati rispetto alla prima edizione 2015 – rilevati da Extreme s.r.l. ( altro partner del progetto e prima società italiana specializzata nella raccolta e analisi delle conversazioni web e social) sono stati illustrati oggi in conferenza stampa in Regione.

“Questo progetto – ha commentato l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni – ha contribuito in maniera significativa a tenere alta l’attenzione sulle Marche con un ritorno d’immagine molto importante. Una delle misure promozionali da tenere in considerazione per il prossimo anno e soprattutto in questo triste periodo che sta vivendo la nostra regione. Stiamo rimodulando l’attività promozionale calibrandola sulla valorizzazione dei territori colpiti dal sisma e facendo passare nel contempo il messaggio che non tutte le Marche sono terremotate, come purtroppo una percezione generica sta veicolando. E Photowalk con l’attività social in genere possono essere strumenti utilissimi per la valorizzazione dei borghi colpiti e delle loro potenzialità non perdute e per lanciare messaggi in tal senso.“

“Una formula già collaudata, originale e vincente – ha affermato Stefania Benatti, direttrice della Fondazione- che ha impegnato la nostra struttura per molti mesi e che restituisce pienamente la buona riuscita attraverso dati importanti di consenso. Un’attività che rientra nelle finalità del nostro Statuto: promuovere il territorio integrando turismo e cultura. Un grazie alle amministrazioni comunali che ci chiedono sempre in maggior numero di partecipare a questa iniziativa e mettono a disposizione guide, accoglienza, organizzazione di eventi dedicati e molte altre iniziative. Vodafone Italia ci ha cercato per unirsi a questa felice esperienza con la sua tecnologia e ci onora l’interesse che speriamo prosegua anche il prossimo anno.“

“Photowalk prevede la valorizzazione di ogni destinazione attraverso un complesso piano editoriale e una preparazione di alcuni mesi in cui si crea un’aspettativa prima della vera e propria passeggiata fotografica – ha spiegato Sandro Giorgetti,coordinatore del Social Media Team Marche – un vero e proprio raduno di utenti ed influencer del settore travel, che raccontano attraverso testi, immagini e video, l’esperienza vissuta nei loro canali web e social. Questo comporta una notevole diffusione delle eccellenze del nostro territorio tanto che sono stati coinvolti 104 siti internet nazionali comprese testate giornalistiche a diffusione nazionale. Con 3810 menzioni (mention) e 3493 foto solo su Instagram abbiamo assegnato 34 premi nel contest fotografico che era collegato a Photowalk, premi spesso messi a disposizione da produttori locali. Complessivamente le interazioni con Photowalk sono state 99.740 e 34 milioni e 680 mila le persone singole raggiunte. Le visite in area web sono state 106 milioni nel periodo di svolgimento”.

Al progetto ha partecipato anche la community Yaller’s Marche il cui rappresentante Giorgio Monticelli ha testimoniato la positività di questa iniziativa che molti stanno prendendo a modello.

Anche Vodafone Italia ha voluto essere in qualche modo presente alla conferenza stampa inviando un messaggio: “Una collaborazione all’insegna dell’innovazione e dei nuovi linguaggi quella avviata da Vodafone Italia, partner dell’edizione 2016 di Photowalk, che conferma l’attenzione dell’azienda verso i canali digitali, strumento centrale di dialogo con i propri clienti. L’iniziativa, rappresenta per Vodafone occasione di vicinanza ad un territorio strategico come quello delle Marche e opportunità per rendere tangibile l’esperienza di utilizzo delle reti di nuova generazione, 4G e fibra”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 757 volte, 1 oggi)