SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le elezioni presidenziali Usa e la sorprendente, per molti, vittoria di Donald Trump sono il topic del giorno un po’ ovunque e la stazza mondiale, anche e soprattutto mediatica, degli Stati Uniti fa di questo tutt’altro che una sorpresa.

Sorprende un po’ invece che le presidenziali a stelle e strisce tocchino anche gli animi dei politici locali che non hanno mancato di dire la loro sia prima che dopo “l’election day” dell’8 novembre. La consigliera Pd di San Benedetto Maria Rita Morganti ieri infatti votava idealmente per Hillary Clinton schierandosi apertamente con la candidata democratica a cui riservava un post su facebook con scritto “Go Hillary, go!!!! Stronger together!!” (“Più forti insieme” era lo slogan della candidata democratica n.d.r.)

Dall’altra parte e il giorno dopo, con i risultati sul piatto e Donald Trump proiettato alla stanza ovale, anche Forza Italia dice la sua, col consigliere comunale Stefano Muzi che addirittura paragona la vittoria del tycoon newyorkese a quella di giugno che ha visto Pasqualino Piunti trionfare su Paolo Perazzoli al ballottaggio per la carica di Sindaco di San Benedetto. Il consigliere compara, sul suo profilo facebook , le due campagne elettorali e dà il merito a Trump “di aver sconfitto l’establishment democratico, più radicato ed affermato, vincendo la sua battaglia anche all’interno della propria coalizione” e trovando in questo dei termini di paragone forti, a suo avviso, con la campagna elettorale di Pasqualino Piunti, “questo 8 di Novembre a stelle e strisce mi ricorda quel 19 Giugno rossoblu” con queste parole infatti chiude il suo post il consigliere.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 829 volte, 1 oggi)